“The amazing story of Roller Kostner” della band umbra Wonder Vincent: musica ed ironia

“The amazing story of Roller Kostner” della band umbra Wonder Vincent: musica ed ironia

Nov 1, 2013

Esce “Venus in Darfur”, secondo video dei Wonder Vincent tratto dal concept album The amazing story of Roller Kostner, che racconta tra country, rock e blues la storia del reduce Roller Kostner.

Nel video, il giovane Roller fa i conti con il lato oscuro e poco creativo del Paese, quello in cui i giovani trascorrono notti intere di cui non ricordano nulla, quello in cui una ragazza può sparire e diventare solo una foto in un telegiornale.

Arriva online (sul canale Youtube del gruppo), dopo la settimana di anteprima streaming con migliaia di click sulla piattaforma Shiver, “Venus in Darfur“.

Secondo video della rock band umbra Wonder Vincent, tratto dal concept album The amazing story of Roller Kostner, uscito il 25 Febbraio 2013 con l’etichetta perugina CuraDomestica.

Nel video un episodio della vita del giovane Roller, protagonista e filo conduttore delle tracce del disco, ma potrebbe trattarsi di un fatto accaduto in qualsiasi appartamento di studenti universitari in Italia.

Lasciata la casa paterna, infatti, i ragazzi si trovano spesso a fare i conti con il lato oscuro e poco creativo del Paese, quello in cui trascorrono week-end interi tra bagordi notturni, risse e crisi isteriche, quello in cui una ragazza può sparire e diventare solo una foto in un telegiornale.

I Wonder Vincent raccontano senza giudicare, conoscendo bene il meccanismo auto-distruttivo di una vita fatta di scelte apparentemente vuote, non soddisfacenti, ma con la sicurezza di chi ha la musica a guidare il proprio cammino.

This is the amazing story of Roller Kostner… He woke up in the morning and he was lost”, si sente per inciso nel brano.

Può capitare, infatti, che chi cresca a Perugia, la città del delitto di Meredith, la città dove i tossicodipendenti in cura sono il doppio della media italiana e dove vengono vendute ogni giorno 6mila dosi di droga, si svegli e si senta perso.

Il contraltare alle occasioni perse per i Wonder Vincent c’è: oltre alla musica, i rapporti sinceri sono fondamentali.

Nel video auto prodotto, scritto e diretto da Uliana Piro e dal batterista Andrea Spigarelli, con la post produzione di Bryan Traverso, protagonista insieme all’attrice Giulia Battisti, ci sono artisti della zona, componenti di band locali, tutti parte di un grande movimento creativo e solidale che rende Perugia, al di là dei suoi problemi, un luogo dell’arte condivisa.

 

 

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: