“L’età del bronzo”, terzo singolo di “I bambini crescono” della band Il Fieno

“L’età del bronzo”, terzo singolo di “I bambini crescono” della band Il Fieno

Ott 24, 2013

Esce il terzo e ultimo singolo tratto dall’EP “I Bambini Crescono (gennaio 2013/AstarteAgency), dal titolo “L’Età del Bronzo.

 

La band, Il Fieno, che ha recentemente visto un nuovo cambio di formazione, entrerà in studio nei prossimi mesi e, dopo due fortunati EP, uscirà con il primo album per la primavera 2014. A Gabriele Bosetti (voce), Alessandro V (Basso), Simone Momo Riva (batteria) si aggiunge, alle chitarre,Gianluca Villa (Grandi Animali Marini).

L’Età del Bronzo riprende il tema “adolescenza”, caro alla band, mettendone in risalto le incoerenze e le ambiguità, la confusione e la noia. Il video-reportage, girato tra Pechino e la provincia milanese, è affidato a Riccardo Rudi, grafico e videomaker già vincitore di concorsi per cortometraggi su scala nazionale (tra cui Premio Paganini e Premio Sartori-INAIL sulla tematica “sicurezza sul lavoro”)

Dopo il primo EP, omonimo, del 2012, che li ha visti ospiti di Rollingstonemagazine.it e di MTV New Generation, nel gennaio 2013 La Repubblica XL propone in esclusiva video e streaming “I Bambini Crescono EP”, insieme ai singoli Amos (togli il male come l’Oki) feat. Luca Urbani e “Vincenzina E La Fabbrica“. Il video della cover dello storico brano di Enzo Jannacci è curato da Sylvia K, già illustratrice di Amanda Palmer (The Dresden Dolls).

Musicalmente sempre più in bilico tra Pop e New Wave, “I Bambini Crescono EP” ha come tema portante la crescita, e più nello specifico l’adolescenza: i brani offrono il ritratto di “cinque personaggi diversi tra loro eppure accomunati dallo stesso sguardo incuriosito, irriverente e insieme timoroso verso il mondo che si apprestano a scoprire, tratteggiati con affetto e un’evidente empatia, dietro il velo di cinismo che è ormai marchio di fabbrica dei testi della band”.

Dicono di loro

Il titolo dell’ep I bambini crescono incornicia non dei vecchi Cipputi ma una buona band power pop che offre un rinfresco della malinconia postindustriale, della nostalgia per un mondo di certezze come il posto fisso, anche gramo.” (Internazionale)

Li abbiamo visti esibirsi come una fiammata durante la seconda tappa di C’é Disagio, e sono effettivamente incendiari i quattro Il Fieno.” (rollingstonemagazine.it)

Cinque pezzi facili (e belli) dalla presa immediata che ruotano attorno al pop.” (Rockit.it)

 

Riprese e Montaggio: Riccardo Rudi
Ragazza in b/n: Giulia Boggio

 

http://youtu.be/LhyPbS-rpOs

 

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: