Addio a Mister Haribo: Johannes Peter Hans Riegel, il re dei Goldbären, i deliziosi orsetti gommosi

Addio a Mister Haribo: Johannes Peter Hans Riegel, il re dei Goldbären, i deliziosi orsetti gommosi

Ott 15, 2013

Haribo macht Kinder froh – und Erwachsene ebenso!

Johannes Peter Hans Riegel, nato a Bonn il 10 marzo 1923 è scomparso il 15 ottobre 2013 all’età di 90 anni a causa di un tumore che tentava di curare da tempo.

Probabilmente il suo nome non rappresenta niente ai più ma egli era il figlio del creatore della Haribo, la storica e famosa ditta produttrice di caramelle gommose esportate in tutto il mondo.

Hans Riegel padre fondò la Haribo nel 1922 e secondo la leggenda agli inizi la Haribo pare possedesse solamente un sacco di zucchero, una lastra di marmo, uno sgabello, una cucina murata, un calderone di rame e un rullo.

Hans Riegel figlio si laureò in una scuola privata e conseguì il dottorato nel 1951 all’Università di Bonn con una tesi intitolata “Lo sviluppo dell’industria dello zucchero mondiale durante e dopo la seconda guerra mondiale”.

Negli anni successivi fu un campione di badminton e nel 1953 venne eletto presidente dell’associazione tedesca di badminton vincendo nei due anni successivi il campionato nel doppio uomini. Hans Riegel non si è mai sposato ed era una persona molto riservata. È grazie a lui se la società creata dal padre ha raggiunto la solidità e gli attuali livelli aggiudicandosi il primo posto nel settore dolciario mondiale.

Riegel da qualche tempo dirigeva il gruppo Haribo con l’aiuto di due nipoti, un’azienda che oggi produce in 15 Paesi europei e che impiega oltre seimila persone, esportando i propri prodotti in ben 110 Stati.

Il nome Haribo è nato dalle iniziali del fondatore e della città in cui l’azienda nacque: Hans = HA; Riegel = RI; Bonn = BO

I prodotti Haribo iniziano ad essere presenti sul mercato italiano negli anni ’70, distribuiti dalla società italiana Sidas Dolciaria S.p.A.

L’assortimento era però molto limitato ma negli anni ’80 questo venne incrementato notevolmente portando sul mercato le caramelle sfuse ed i barattoli fino a quando alcuni anni dopo vennero introdotte le buste che ogni giorno troviamo nei supermercati.

Chi non ha mai assaggiato gli orsetti o le rotelle di liquirizia, i ciucci, le bananas, le fragoline o i più recenti marshmallow a forma di puffi?

Insomma, forse in pochissimi ricorderanno il nome del fondatore di questa mitica azienda che ricorda tanto la storia “La fabbrica di cioccolato” di Roald Dahl ma certamente la loro memoria rimarrà intatta ogni qualvolta un bambino o un adulto gusterà una delle loro delizie.

 

Written by Rebecca Mais

 

 

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: