Addio in silenzio per Paolo Morelli, storica voce e fondatore del mitico gruppo degli Alunni del Sole

Addio in silenzio per Paolo Morelli, storica voce e fondatore del mitico gruppo degli Alunni del Sole

Ott 14, 2013

“La tua immagine nel pianto che si mostra senza orgoglio scivola leggera nei miei occhi e mi manchi tanto… ci vorrà del tempo, ma io so già che ti ritroverai anche solo per  un po’. E io non ti credevo ma nella mente avevo solo te.” (Da: “…E mi manchi tanto”, 1973)

9 ottobre 2013, Roma: Paolo Morelli, un altro grande della musica italiana ha lasciato, a causa di un infarto, questo mondo. A ritrovarne il corpo il fratello Bruno che si era allontanato un attimo ed aveva lasciato Paolo ad attenderlo in auto.

Purtroppo pare che i media si siano a malapena accorti della scomparsa del musicista ma è innegabile che lui e il suo complesso abbiano tracciato una fetta importante della storia della musica italiana.

Gli Alunni del Sole nascono alla fine degli anni ’60 prendendo il nome da una nota raccolta di racconti del 1952 dello scrittore e sceneggiatore Giuseppe Marotta. Il gruppo venne fondato dai fratelli napoletani Paolo e Bruno Morelli, inseparabili anche nella vita di tutti i giorni.

Una volta trasferitisi a Roma incontrarono Giulio Leofrigio (batteria) e Giampaolo Borra (basso), che divennero membri essenziali del gruppo. In un primo momento fece parte del gruppo anche Antonio Rapicavoli, che lasciò però il complesso dopo la pubblicazione dei singoli “L’Aquilone” e “Concerto”.

Renzo Arbore fu tra coloro che permise agli Alunni del Sole di farsi conoscere ad un pubblico più vasto tramite la sua trasmissione televisiva “Speciale per voi” all’interno del quale la band accompagnava musicalmente gli ospiti.

In seguito a questa esperienza televisiva la fama della band aumentò notevolmente portandola alla ribalta della scena musicale italiana. Numerosi i successi indimenticabili: “L’aquilone”, che ebbe un successo immediato nel ’68; “Concerto” che ottenne gli stessi risultati, “Fantasia”, che nel ’70 partecipò ad “Un Disco per l’Estate”; nel ’71 “Ombre di luci” e “Isa Isabella”.

Nel 1972 ci fu l’esordio su 33 giri con “Dove era lei a quell’ora”. Nel ’73 esce ‘…E mi manchi tanto’, una raccolta di inediti e vecchi brani del repertorio che scala le hit parade.

Si ricordano anche “Jenny e la bambola” (1974), “Le maschere infuocate” (1976) e il quinto album del 1977 dal titolo “A canzuncella” che riscosse un notevole successo.

Negli anni ’80 il successo degli Alunni del Sole scemò lentamente ma non hanno mai smesso di esibirsi dal vivo e le loro canzoni rimarranno ancora per tanto e tanto tempo nelle menti degli appassionati della musica di quegli anni.

33 giri

1972: Dove era lei a quell’ora

1973: …E mi manchi tanto

1974: Jenny e la bambola

1975: Raccolta di successi

1976: Le maschere infuocate

1977: ‘A canzuncella

1978: Liù

1979: Tarantè

1980: Cantilena

1981: Carezze

1982: Quando si è soli come me

1992: Di canzone in canzone

45 Giri

1968: L’aquilone/Con l’aiuto degli dei (Ulisse)

1969: Concerto/Le 4-Le 5-Le 6-Le 7

1970: Fantasia/Fiori

1971: Ritorna fortuna/Ombre di luci

1971: Isa…Isabella/Collane di conchiglie

1971: Ombre di luci/Carezze

1971: Un ricordo/Cosa voglio

1972: Fantasia/Fiori

1973: …e mi manchi tanto/I ritornelli inventati

1973: Concerto/L’aquilone

1974: Un’altra poesia/I ritornelli infantili

1974: Concerto/Fantasia

1974: Jenny/Canzoni d’amore

1974: I tuoi silenzi/Poesia d’ottobre

1975: Pagliaccio/I mendicanti dell’amore

1976: Guardi me, guardi lui/Le maschere infuocate

1977: ‘A canzuncella/Scusa

1978: Liù/Se hai peccato

1979: Taranté/Giocattolo

1980: Cantilena/Non è vero

1981: Carezze/Il giorno che verrà

CD

1996: Il meglio

1996: L’amore che non finirà

2005: …E risalire il tempo

2013: La storia… il sogno

 

Written by Rebecca Mais

 

 

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: