“Lo Scandalo del quarto Re Magio”, libro di Idalberto Fei: un romanzo epistolare che nasconde un segreto

“Lo Scandalo del quarto Re Magio”, libro di Idalberto Fei: un romanzo epistolare che nasconde un segreto

Lug 16, 2013

La Storia conosce tre re magi, che da lontano portano doni e speranze al figlio di Dio, Gesù Cristo o più comunemente conosciuto come il Messia, ma non tutti sanno che nel maggio del 2011, in Italia è nato uno scandalo, pronto a stravolgere le pagine della letteratura internazionale, ed a turbare il sonno dell’uomo a metà del suo cammino.

Avagliano Editore ha pubblicato un romanzo dal titolo “Lo Scandalo del quarto Re Magio”. Epistolare, ricco di ironia,  pieno di equivoci e sorprese scritto dal regista Idalberto Fei e dalla sua indelebile creatività, protagonista da tanti anni nella sua vasta esperienza artistica.

L’autore, laureato in Giurisprudenza all’università La Sapienza di Roma, ha lavorato in ben tre continenti, partecipando ai principali festival internazionali e vincendo il preziosissimo Prix Italia con un testo di Federico Fellini e la targa G d’oro per il miglior testo allo Zecchino D’Oro, nell’edizione del 1998, con il testo Il mio amico Mosè. I suoi radiogrammi sono stati tradotti in otto lingue e ha pubblicato per altre notevoli case editrici italiane, tra queste; Sellerio, RAI Eri e Garzanti.

Un manoscritto misterioso potrebbe svelare l’esistenza di Zophyr, il leggendario quarto Re Magio mai giunto davanti alla capanna di Gesù Bambino. Il professor Vanni Tucci ha inseguito l’editore Edelhagen, uomo famoso in tutto il mondo per il suo fiuto, con alcuni documenti del naufrago Zophyr.

Leggendoli Edelhagen ha percepito un’incredibile somiglianza con questo personaggio mitologico. Ma il sospetto si fa strada: sarà tutto vero? O solo un’abile mistificazione? Tentare un colpo editoriale senza precedenti significherebbe rischiare il ridicolo e la rovina. Improvvisamente è troppo tardi: la notizia trapela, diviene di dominio pubblico, scoppia un affare mediatico internazionale.

Una giostra del mondo, come ama scrivere Luigi Anepeta, nella sua postfazione, un indimenticabile intreccio narrativo, che porta alla luce un grande patrimonio narrativo ma anche un non tanto nascosto elogio come scrive Andrea Camilleri nella sua prefazione, all’amicizia, ormai sepolta ma che grazie a questo romanzo epistolare, torna a rivedere l’alba del giorno più ricco, come il tesoro che l’autore fa emergere grazie a questo inedito progetto editoriale.

Un percorso letterario storico ma anche teatrale ricco di semplicità e di grande suspense, che stravolge chi ha intenzione di seguire uno degli scandali più fittizi della storia contemporanea.

Non è un giallo, ma è un viaggio, oggi anche in versione e book, e recentemente diventato un audio libro, registrato con circa trenta voci da giovani attori e veterani del teatro come; Mariano Rigillo e Paolo Poli e grandi voci del doppiaggio come Vittoria Febbi, accompagnate da musiche originali, le quali rendono oggi “Lo Scandalo del quarto Re Magio” una vera e propria colonna sonora.

La scrittura lascia spazio all’immaginazione, alla creatività, ma senza tralasciare il dubbio, l’equivoco, insomma un testo scritto ed elaborato da uno scrittore come Idalberto Fei, che grazie alla sua vasta esperienza professionale, lancia costantemente sfide, le quali potrebbero svelare in lui il vero quarto re magio, pronto a lanciare al mondo lo scandalo del secolo.

 

 Written by Giuseppe Giulio

 

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: