Tragica fine per la campionessa di pallavolo Ingrid Visser massacrata con una motosega in Spagna

Tragica fine per la campionessa di pallavolo Ingrid Visser massacrata con una motosega in Spagna

Mag 28, 2013

Ingrid Visser,  35 anni, è stata ritrovata morta insieme al suo compagno Lodewijk Severein, 57 anni, erano scomparsi il 13 maggio a Murcia in Spagna. Ingrid era nata a Gouda il 4 giugno 1977, il suo corpo è stato ritrovato insieme a quello del compagno la sera del 27 maggio a Murcia.

Una tragica fine che ha visto il corpo della donna trucidato da una motosega, ma c’è di più, infatti l’aggravante etica del delitto è che la donna era incinta. La coppia  è stata fatta a pezzi e successivamente i corpi sono stati sepolti.

Il movente dell’omicidio, ha rivelato il capo della polizia di Murcia Cyril Duran sarebbe legato a interessi di lavoro, ma non ha fornito ulteriori dettagli. Tuttavia, secondo alcuni media spagnoli, dietro ci sarebbero ‘affari’ poco chiari, tra cui un prestito non pagato.

I tre sospetti, infatti, sarebbero legati alla criminalità organizzata e al traffico di droga. Per l’omicidio sono state arrestate  tre persone nell’ambito delle indagini avviate a seguito della denuncia di scomparsa presentata dai familiari: un cittadino spagnolo di 36 anni e due romeni di 47 e 60 anni.

Le strade del successo nello sport si erano aperte con la vittoria dell’Europeo nel 1995. Dopo diverse stagioni nel campionato olandese va a giocare in Brasile, nel Minas dove resta per due stagioni. Come molte delle sue colleghe connazionali va a giocare anche in Italia, dove trascorre una stagione a Vicenza. Dopo l’esperienza italiana va a giocare in Spagna, prima nel CV Las Palmas con la quale vince anche la Superliga.

La Superliga è la massima serie del campionato spagnolo: la formula del torneo prevede una prima fase con girone all’italiana con gare d’andata e ritorno e poi una fase play-off dove la vincente si fregia del titolo di campione di Bulgaria. La prima edizione della Superliga risale alle stagione 1989-90, vinta dal Tormo Barberá.

Dalla stagione 2007-08 il numero di squadre è sceso da 14 a 12 e allo stesso tempo è stato creato un nuovo campionato, la Superliga 2 femenina de voleibol o División de Honor B. Dal 2006 la competizione è patrocinata dalla marca di moda EVE di Evedasto Lifante, presidente del Grupo 2002 Murcia. Da una normativa entrata in vigore all’inizio del campionato 2008-09, in ogni squadra dovranno essere presenti almeno 5 giocatrici.

Per quattro stagioni ha giocato con  Club Voleibol Tenerife con la quale vince anche la Champions League nel 2004.

Con la nazionale olandese intanto trionfa al WGP 2007. Dopo un anno in patria al Martinus Amstelveen, la Visser trascorre una stagione in Russia al Leningradka. Dopo l’argento con la nazionale olandese agli Europei in Polonia del 2009 fa ritorno in Spagna, questa volta per difendere i colori del Murcia. Nella stagione 2011-12, viene ingaggiata dal Voleybol Klubu Bakı, squadra del campionato azero.

 

Written by Rosario Tomarchio 

 

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: