Mimetismo: squali invisibili negli abissi tra Giappone, Cina Meridionale e Taiwan

Mimetismo: squali invisibili negli abissi tra  Giappone, Cina Meridionale e Taiwan

Mag 14, 2013

Il mimetismo è tra le caratteristiche più spettacolari che gli animali possono offrire ed è sicuramente una delle più affascinanti.  Lo squalo è un abitante marino che imprime, da sempre, una forte curiosità.

 

Che dire allora di una particolare specie di squalo che avrebbe addirittura sviluppato il potere di diventare invisibile? Sembra impossibile, eppure è vero.

I ricercatori Claes, Mallefet e Sato del Louvan’s Marine Biology Lab hanno documentato nei loro studi il comportamento di questo particolare esemplare di squalo.

L’habitat tipico è negli abissi dei mari tra Giappone, Cina meridionale e l’isola di Taiwan, tra i 200 e i 900 metri di profondità ed avrebbe sviluppato una duplice capacità.

Grazie a particolari cellule, dette fotofore, collocate in nove zone del suo corpo cilindrico, questo animale della famiglia degli Etmopterus è chiamato squalo-lanterna ed assieme ad un altro esemplare della stessa varietà, lo “squalo lanterna ventre di velluto” (Etmopterus spinax), ha la capacità emettere una luce propria attraverso un sorprendente fenomeno di bioluminescenza ma anche quella di rendere invisibile la parte inferiore del corpo.

Evoluti a partire da circa 70 milioni di anni, gli squali di questa particolare famiglia sono dotati di cellule che riescono a catturare le particelle di luce solare mentre riemergono verso la superficie dell’acqua ed, attraverso una serie di reazioni chimiche, le trasformano in energia luminosa, che si sprigiona dai loro tessuti epidermici.

Il ‘magico’ effetto di luce avrebbe la funzione di comunicare la fertilità e la predisposizione all’accoppiamento nella vita sessuale dell’animale mentre il cosiddetto “mantello dell’invisibilità” dello squalo lanterna renderebbe il ventre dell’animale trasparente, in contrasto con la luce emessa nelle altre zone, dandogli così un’arma potente contro gli attacchi dei predatori che arrivano dai fondali.

Insieme ad altre 33 specie che appartengono alla famiglia degli squali lanterna, questo pesce “invisibile” potrebbe essere l’ennesima dimostrazione vivente di quanto la Natura possa affascinare, a volte anche di più degli effetti speciali di un bel film in 3D.

 

Fonte

Tuttogreen.it

 

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: