Erotismo in fotografia: Eric Marrian ed il suo progetto di nudo “Carré Blanc”

Erotismo in fotografia: Eric Marrian ed il suo progetto di nudo “Carré Blanc”

Feb 28, 2013

Eric Marrian è nato nel 1959 questo francese, architetto di professione, decise di tornare nel 2003 alla sua passione fotografica, messa da parte appena iniziati gli studi di architettura. La sua serie di fotografie più conosciute si chiama Carré blanc (Carne bianca).

Meravigliose fotografie di carica erotica in bianco e nero dove la sua formazione si ribella, il volume e la geometria sono al centro dell’opera.

Bisogna anche mettere in luce come questa sensualità (che passa dalla pittura di Gustave Courbet e il suo polemico quadro L’origine del mondo alla fotografia di Man Ray come Prayer) è piena di dolcezza e si fissa nei dettagli, per mezzo di una prospettiva del corpo diversa di quella dell’occhio comune.

Ma al di lá di questa serie nella sua pagina web troverete altri lavori che vano dal ritratto al reportage o lavori di studio, ma in tutti quanti scatti gioca con la saturazione della luce e con i grandi contrasti. Generalmente fa la stampa in argento e lavora con le Leica R8 e M6, Nikon, Mamiya 645, Hasselblad, Sinar F1 e Canon 350.

Eric Marrian ha inizialmente lasciato l’idea di diventare un fotografo professionista, ma dopo i suoi studi, ha finalmente deciso di fermare completamente la fotografia e, dopo una pausa di quindici anni, all’inizio degli anni 2000, ha finalmente tornati a il suo primo amore.
Nel 2003, Eric inizia una serie sulla città francese marino, Saint Malo. Poi, le cose sono andate molto veloci: ha vinto il concorso fotografico di Bièvres ed è stato pubblicato in diverse occasioni dalla stampa fotografica. È stato invitato dagli organizzatori di “Le Salon des Artistes Français” per mostrare il proprio lavoro.
A fine 2005, ha iniziato la sua serie ‘Carré Blanc’ in studio. Le prime immagini di questa serie hanno ricevuto nel 2006 il premio del Festival Europeo della Fotografia Nudo a Arles, in Francia. La sua serie su Saint Malo è stato anche premiato dalla Dotazione Leica Procirep.
L’esposizione che segue al Verdeau galleria fu un vero successo. Il suo lavoro sarà esposto, ripetutamente nel corso del 2008 e nel 2009, in Russia. Olga Sviblova che ha programmato per la biennale di Mosca e gli dedica uno spazio di 400m2. 
La sua serie “Carré Blanc” è stata dal 2008 regolarmente esporre in Francia ed all’estero ( Galleria d’arte a Parigi Verdeau, ERA Fondazione a Mosca, Mostra di Venezia-Mestre, Galleria Enora, La MEP / European House della Fotografia, Arte Elysees 2010, Art Paris 2011). ‘Carré Blanc’ è stato scelto per decorare la hall del palazzo parigino ‘Il Pershing Hall’.
Conosciuto e seguito da molti inserzionisti (Nikon, Kodak, Leica, Dupon), ha imporre il suo occhio sul mondo della moda con la firma il suo primo editoriali nel 2010.
Nel 2011, pur continuando a lavorare su “Carré Blanc“, inizia una nuova serie a colori che si sta rapidamente individuato dalla stampa e le gallerie che li rappresentano. Questa serie è esposto per la prima volta nel 2012 dalla Galleria Giovani a Knokke-Le-Zout, Belgio, questa mostra è ampiamente riportato dalla stampa nazionale ed internazionale.
Allo stesso tempo, la serie “Carré Blanc” continua ad essere ampiamente distribuito ed esposto. Dopo una mostra a Ginevra, Svizzera, a Hania Bailly contemporanea, al Museo di Arte Contemporanea di Yaroslavl (che acquista tre stampe in questa occasione) e alla Galerie “Quai Est” di Parigi, la serie ‘Carré Blanc’ è effettivamente presentato fino 15 settembre al Young Gallery di Bruxelles, in Belgio.
Esposto alla Galleria J. Greter-Art a Kiev, Ucraina (20 Settembre – 18 novembre 2012).

 

Fonte

Eric Marrian

Postnarrativa.org

 

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: