“Mondo parallelo”, silloge poetica di Salvatore Annunziata

“Mondo parallelo”, silloge poetica di Salvatore Annunziata

Gen 27, 2013

Iniziare una silloge poetica, “Mondo Parallelo“, con la lirica “Auschwitz”,che rievoca una delle più grandi tragedie di tutti i tempi, l‘Olocausto, ci indica la profondità della poesia di Salvatore Annunziata: gli ultimi versi “Io non sogno/ Io non sono” sono attinti dalla consapevolezza che il suo mestiere di poeta lo annulla come uomo, per essere poeta.

Cercare l’esatta formula della poesia nell’attività infinita di essa, non è possibile, perché penetrare la creatività dell’uomo e comprenderne i processi è puro mistero, come sosteneva Platone.

La poesia come respiro, vento, ondate di profumo e profumi, sogni, fisicità ,baci, spiritualità: Natura e Spirito che, nella fusione dei versi di Salvatore Annunziata ci donano stile di Assoluto, per dirla con Schelling.

Per il nostro autore, gli elementi della Natura circostante vivono nelle sue composizioni e si fondono con il suo Spirito: questo si verifica nelle odi più lunghe dove la forma rimane sempre curata e musicale.

Nelle liriche brevi, essenziali, prevale la dimensione ungarettiana della brevità come sintesi di tutti i sogni “che gli essere umani hanno nell’anima”, come è sottolineato nel brano di apertura della raccolta che porta la firma di Giuseppe Ungaretti.

Il nostro autore appartiene alla poetica del “mi illumino d’immenso” e in tutte le sue poesie (“Attraverso curve di vento/raggiungi questo cuore assorto/in un giardino dorato”) egli illumina il tempo, lo spazio, la vita!

Il destino dei poeti è avvolto dalle brume dell’indicibile: (“ritrovarmi con poche parole” – “smarrisco per un attimo l’idea di essere un uomo”), la impenetrabilità della Sentenza della Sorte rende cauto ognuno: tuttavia i versi di Salvatore Annunziata ci “illuminano d’immenso”, ed il Sole sorgerà sul mattino della sua poesia.

Titolo del libro: Mondo parallelo.
Autore: Salvatore Annunziata
Editore: Grauseditore
Anno di pubblicazione: 2010

 

Salvatore Annunziata nasce nel 1981 a Pompei, dove attualmente vive e risiede. “Mondo parallelo” è  il suo libro di esordio. I suoi testi sono editi anche dalla casa editrice “Pagine”, di Roma. Finalista, attualmente, al concorso nazionale “Premio Alda Merini” ancora in corso, è anche autore di “Dello stesso amore”, raccolta di poesie d’amore edita da Grauseditore, in uscita il prossimo febbraio.

 

Written by Pina Lamberti Sorrentino

 

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: