“In Your Shoes”, progetto artistico per Emergency UK, dal 17 al 29 gennaio, Londra

“In Your Shoes”, progetto artistico per Emergency UK, dal 17 al 29 gennaio, Londra

Gen 15, 2013

In Your Shoes”,  progetto artistico ideato dall’artista sarda Maria Jole Serreli in collaborazione con Fabio Costantino Macis e Riccardo Giuseppe Mereu, sarà presentato ufficialmente a Londra il 29 gennaio prossimo, durante l’Italian Art Festival.

La manifestazione dedicata all’arte italiana è in programma dal 17 al 29 gennaio, ed organizzata da Nadia Spita presso la Vibe Gallery, galleria londinese da sempre interessata ai più recenti sviluppi dell’arte contemporanea internazionale.

L’intera serata del 29 gennaio sarà dedicata a In Your Shoes. Sarà presente lo staff che illustrerà il progetto e ne spiegherà i dettagli insieme ai membri di Emergency UK e al Direttore Gianluca Cantalupi. E saranno presentate, in anteprima, le prime due opere realizzate per “In Your Shoes”: lo spot video di Fabio Costantino Macis e la scultura dello scultore sloveno Damjan Komel in collaborazione con Maria Jole Serreli.

La finalità del progetto è la raccolta fondi e la promozione delle attività umanitarie di Emergency UK. Per raggiungere lo scopo per il quale In Your Shoes è stato ideato, sono stati coinvolti giovani artisti italiani ed internazionali, e famose celebrità del mondo dello sport e dello spettacolo.

Il titolo del progetto, In Your Shoes, è un invito a mettersi nei panni di chi soffre a causa delle guerre e della povertà in tutto il mondo, soprattutto i bambini, attraverso un semplice gesto, la donazione di un paio di scarpe usate. E in tanti hanno risposto con entusiasmo: Mario Balotelli, l’attaccante italiano in forza al Manchester City, è stato il primo, e ha così mostrato grande sensibilità nel dare una mano alla causa di Emergency.

Giuseppe Tornatore, il regista italiano premio Oscar con “Nuovo cinema paradiso”, e di cui è appena uscito, nelle sale di tutto il mondo, l’ultimo film dal titolo “La migliore offerta”, ha anche lui donato un paio di sue scarpe.

Ha donato le sue scarpe anche Antonio Marras: il famoso stilista sardo si è affermato nel mondo della moda internazionale per le sue creazioni originali e uno stile tutto personale, legato alla cultura sarda fatta di materiali semplici e tradizionali e arricchiti da sue elaborazioni. La sua fama è ormai legata anche al fatto che per i suoi meriti è stato nominato direttore artistico del marchio della maison francese Kenzo.

Tra i primi a donare le scarpe, anche lo scultore Pinuccio Sciola ed il poeta Fabrizio Pittalis.

Artisti sardi e non sono stati coinvolti, a invito, ed è stato loro affidato il compito di realizzare opere d’arte con le scarpe donate, con Maria Jole Serreli. Saranno, così, tutte opere “abitate” da un messaggio di collaborazione e fratellanza. Elemento molto importante è la gratuità delle donazioni: tutti gli artisti hanno donato il loro tempo e impegno, e le opere realizzate, a Emergency UK. Le opere saranno poi vendute e l’intero ricavato sarà devoluto al Centro Pediatrico di Bangui nella Repubblica Centrafricana, uno dei tanti ed importanti progetti di Emergency in giro per il mondo.

Tra gli artisti coinvolti, la stessa ideatrice del progetto, oltre ad intervenire sulle opere realizzate dai colleghi invitati, ha donato lei stessa diverse installazioni e opere pittoriche realizzate in occasione dell’evento, intere produzioni legate alla sua ricerca artistica di tipo concettuale rivolta all’impegno sociale.

Le opere saranno donate e poi vendute da Emergency UK, e l’intero ricavato sarà devoluto al Centro Pediatrico di Bangui nella Repubblica Centrafricana, uno dei tanti e importanti progetti di Emergency in giro per il mondo.

Le altre donazioni saranno rese note solo all’inaugurazione della mostra prevista per il prossimo mese di maggio, che sarà coordinata da ArtCaffè London. Per quell’occasione sono previsti anche concerti e performance, il cui ricavato sarà anch’esso devoluto al centro pediatrico di Bangui.

 

2° e 3° foto: Backstage di Alessandro Loddi

 

Info

Inyourshoes

 

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: