“La casa dei sette ponti”, favola moderna di Mauro Corona – recensione di Rebecca Mais

“La casa dei sette ponti”, favola moderna di Mauro Corona – recensione di Rebecca Mais

Dic 26, 2012

“I ponti gli piacevano, uniscono separazioni  come una stretta di mano unisce due persone . I ponti cuciono strappi, annullano vuoti, avvicinano lontananze.”

 

A metà strada tra “Il canto di Natale” di Dickens e la nota parabola del figliol prodigo, “La casa dei sette ponti” (Feltrinelli, I Narratori, 2012) è una favola moderna ambientata tra le valli dell’Appennino tosco-emiliano, in un luogo isolato ma affascinante per la natura che sovrasta tutto.

In un punto quasi invisibile della vallata vi è una vecchia e piccola casa  con il tetto colorato per via di teli che sono stati posizionati lì per mantenere il calore nel freddo inverno.

Un giovane industriale della seta passa di lì quasi per caso ed incuriosito decide di andare a vedere chi  abita in quella singolare abitazione.

Gli basterà mettere piede all’interno della dimora e la sua vita cambierà per sempre.

Ha in questo modo l’occasione di rivedere il suo doloroso passato, di riflettere sugli errori commessi e  tramutare la sua esistenza in una migliore di quella vissuta fino a quel momento.

Un viaggio interiore che mostra come non sia mai troppo tardi per modificare il proprio cammino e rimediare alle proprie azioni. Sessantaquattro dense pagine magistralmente scritte da Mauro Corona, il quale, come suo solito, non trascura le splendide descrizioni della natura contrapposte in questo caso all’oscurità dell’animo umano dei quali si mostra abile conoscitore.

Una toccante storia che fa riflettere e crudelmente rammentare come la ruota delle vita giri per tutti e come sia nostro compito fare in modo che le nostre scelte siano le più ponderate e migliori possibili senza scordare cosa e chi è davvero importante.

 

Written by Rebecca Mais

 

2 comments

  1. Giuseppe /

    piccolo ma stupendo come sempre, ottima la scelta del libro e la copertina è fantastica ;-)

    grande Rebecca ;-)

  2. Rebecca /

    Grazie Giuseppe!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Trackbacks/Pingbacks

  1. “La casa dei sette ponti”, favola moderna di Mauro Corona – recensione di Rebecca Mais - oubliettemagazine - Webpedia - [...] “I ponti gli piacevano, uniscono separazioni  come una stretta di mano unisce due persone . I ponti cuciono strappi,…
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: