Snake_Platform, Abà ed Italo Calvino, live nel Castello di San Michele, 1 dicembre 2012, Cagliari

Snake_Platform, Abà ed Italo Calvino, live nel Castello di San Michele, 1 dicembre 2012, Cagliari

Nov 30, 2012

Da venerdì 23 novembre 2012 al 13 gennaio 2013 il Castello di San Michele, a Cagliari, sarà investito dalla rassegna d’arte contemporanea “Six Memos”, un progetto di Daniele Ledda.

 

L’inaugurazione è stata venerdì 23 novembre presso il Castello di San Michele. Manifestazione curata da Enrica Olmetto e su ispirazione di un’idea dedicata alle note e dibattute “Lezioni americane” di Italo Calvino.

La prima lezione “Leggerezza” è stata consumata durante l’inaugurazione. Domani 1 dicembre 2012 alle 20:30 sarà la volta della seconda lezione “Rapidità”. Due progetti musicali Abà e Snake_Platform. Una performance “La Peste“.

Abà è un progetto musicale di area jazz che mischia in maniera creativa vari materiali e mira a evocare paesaggi sonori, attraverso la coesistenza di due approcci musicali complementari: uno percussivo/rumoristico, l’altro armonico/melodico, che non disdegnano incursioni nell’altrui campo d’azione.
Le improvvisazioni, in parte basate sui concetti di tabula rasa e parametri musicali proposti da Stefano Battaglia nei suoi laboratori di Siena, e in parte sul concetto di oggetti musicali teorizzato fra gli altri dal pianista norvegese Tord Gustavsen, rimandano inoltre a diversi periodi della storia della musica afroamericana ed europea, fino alle avanguardie del ‘900.
Catene, campanacci, teiere, macinini, e molti altri oggetti, alcuni dei quali costruiti per l’occasione, si affiancano a strumenti più tradizionali, in una continua e naturale alternanza di opposti. A completare il quadro, un uso discreto di mezzi tecnologici e alcuni inserti di poesia contemporanea (campionamenti di letture a cura di Savina Dolores Massa ed Alessandro Melis).

Snake_Platform è un progetto di Daniele Ledda sull’improvvisazione con un gruppo di composizione istantanea che utilizza un proprio repertorio di segnali e regole di interazione, nato con il supporto del collettivo Improring Sardegna. È uno sviluppo ed una deriva del “game piece” di John Zorn: COBRA.

Partecipano:

Adriano Orrù, Alessandro Cau, Alessandro Pintus, Annalisa Pascai Saiu, Antonio Pinna, Askos, Attilio Baghino, Daniele Fronteddu, Daniele Matta, Diego Soddu, Elia Casu, Ellepluselle, Ettore Cavalli, Federico Cozzucoli, Francesca Falchi, Francesco Medas, Gaetano Marino, Giacomo Casti, Gianfranco Fedele, Gianluca Piras, Jorge Garcia, Marcella Lai, Maria Dominguez Alba, Massimo Congiu, Matteo Dessì, Matteo Leone, Matteo Muntoni, Mauro Medda, Michele Pusceddu, Michele Uccheddu, Paolo De Liso, Paolo Ollano, Senio Dattena, Silvia Corda, Silvio Giordano, Stefano Rachel, Tore Cabras, Valter Alberton, Valter Mascia, Vincenzo Mascia, Walter Demuru, ed altri..

 

Annalisa Pascai Saiu presenta il progetto “La Peste”:

Sputa l’anima… Sputala.
Togli fuori tutto. Leggi. Leggi!
Ora facciamo rivivere i morti.
Lei urla silenziosamente e si contorce, è muta, il suo corpo parla per lei, contorto, devastato, pieno di macchie e bubboni, ha la peste.
Ma cos’è la peste?
Cos’è il teatro?
Liberiamo il teatro dalla peste. Esorcizziamolo. La peste, la morte del teatro è la finzione. Così mi ha insegnato Julian Beck quando ero ragazzina, così ho sperimentato. Devi vivere ciò che fai. Ciò che porti in scena è ciò che hai dentro nella tua memoria antica.
Questo è per me la peste. Un Unione di intenti, un far rivivere insieme ai miei compagni di scena Gaetano Marino, Matteo Leone, Michele Uccheddu, Daniele Ledda, lo spirito di ciò che Antonin Artaud ha tramandato prima e Julian Beck ha ripreso dopo.
Un rituale tribale, un andare a fondo nel proprio dolore e nella propria follia più ancestrale. Ecco che diviene così un vero esorcismo, una reale catarsi, una ricerca e un vomito di tutti i propri demoni interiori e della paura della propria esteriorità.
Andare oltre. Oltre l’involucro. Oltre tutto.
La c’è il Theandric, il Divino- Umano. La bellezza sublime nella più estrema brutalità.

 

Il costo del biglietto d’ingresso è di 7 euro. (euro 5 Ingresso Performance + euro 2 l’ingresso Camù alle Mostre).

 

Prossimi appuntamenti:

3 Esattezza – venerdì 7 dicembre h2030

4 Visibilità – venerdì 21 dicembre h2030

5 Molteplicità – venerdì 4 gennaio 2013 h 2030

6 Consistency – sabato 12 gennaio h 2030
chiusura manifestazione

 

Written by Alessia Mocci

Addetta Stampa (alessia.mocci@hotmail.it)

 

Info
Daniele Ledda

Facebook SixMemosProject

Blog SixMemosProject

Evento Facebook

 

 

Nessun commento

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Trackbacks/Pingbacks

  1. Snake_Platform, Abà ed Italo Calvino, live nel Castello di San Michele, 1 dicembre 2012, Cagliari - oubliettemagazine - Webpedia - [...] Da venerdì 23 novembre 2012 al 13 gennaio 2013 il  Castello di San Michele , a  Cagliari , sarà investito dalla…
  2. Francesca Falchi in Prima Nazionale per il progetto Six Memos, 7 dicembre 2012, Cagliari | oubliettemagazine - [...] La performance è inserita all’interno della rassegna d’arte contemporanea Six Memos al suo terzo appuntamento con “Esattezza” (precedono “Leggerezza”…
  3. “Six Memos”, rassegna d’arte contemporanea, dal 23 novembre al 13 gennaio 2013, Cagliari | oubliettemagazine - [...] Rapidità – sabato 1 dicembre [...]
  4. Visibilità, quarta lezione del progetto d’arte contemporanea Six Memos, 21 dicembre 2012, Cagliari | oubliettemagazine - [...] dalle ore 17:00 l’appuntamento con la “Visibilità” (lezioni precedenti: “Leggerezza”, “Rapidità”, [...]
  5. “Molteplicità”, quinto appuntamento della rassegna d’arte contemporanea “Six Memos”, 4 gennaio 2013, Cagliari | oubliettemagazine - [...] da “Leggerezza”, “Rapidità”, “Esattezza”, e “Visibilità”, “Molteplicità” è, dunque, la penultima lezione [...]
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: