Denise e Fratelli Calafuria: la doppia anima dell’Audiodrome, 8 e 9 novembre, Torino

Denise e Fratelli Calafuria: la doppia anima dell’Audiodrome, 8 e 9 novembre, Torino

Nov 6, 2012

Il pop folk venato di sfumature d’autore della giovane Denise e il rock dirompente dei Fratelli Calafuria in un unico fine settimana, a ricordare l’anima doppia dell’Audiodrome di Torino. Nello spazio senza confini di uno dei locali storici del torinese si incrociano generi e stili, band e influenze, separati solo dalla scelta del palco e senza dimenticare gli emergenti. Ad aprire le serate, infatti, ci saranno due band torinesi.

Giovedì 8 novembre arriva all’Audiodrome Loft, la sala dedicata alle esibizioni più intime, Denise Galdo, salernitana classe 1986, che ha appena pubblicato Uninverse, il suo secondo album anticipato dal singolo Rain. Dopo l’esordio nel 2010 con Dodo, do!, prodotto da Gianni Maroccolo, il disco reca la firma di Roberto Vernetti, già collaboratore di Casino Royale, Elisa, Angela Baraldi, la Crus, Mario Venuti.

Fin dalle prime demo Denise sceglie l’inglese come sua lingua artistica, che accompagna con strumenti poco comuni come autoharp, theremin, harmonika, toy piano. I suoi brani approdano sui principali network radiofonici e accumula un centinaio di date in tutta la penisola, inclusa l’apertura dell’unico concerto italiano di Suzanne Vega. Con il secondo album, oltre a narrare una crescita personale e artistica, Denise vuole raccontare come “tutto possa essere il contrario di tutto” e decide di farlo con sonorità che mischiano il pop, il rock e l’elettronica. Prima di lei si esibiranno i torinesi Before Lemon.

Atmosfere del tutto diverse venerdì 9 novembre nella sala Audiodrome con il mix di punk, sperimentazione e melodia creato dai Fratelli Calafuria per il loro ultimo disco, Musica rovinata, uscito l’anno scorso. Dopo anni passati a lavorare su registrazioni autoprodotte il progetto di Andrea Volontè e Paco Vercelloni vede ufficialmente la luce nel 2008 con Senza Titolo. Del Fregarsene di Tutto e Del Non Fregarsene Di Niente, un intreccio di suoni adrenalinici che li impone all’attenzione del pubblico. Passati attraverso un ep, Altafedeltàpaura, l’abbandono del batterista e l’esplorazione in studio di percorsi sonori che includono sia i campionamenti sia l’autocostruzione degli strumenti, con l’ultimo disco la band milanese crea un concept album dedicato alla città e ai suoi suoni, memore del garage punk degli inizi e dell’attrazione verso il pop nazionale che ne ha contaminato tutta la carriera in una formula dirompente e senza compromessi.

Tra i nomi più noti del panorama indie torinese, i Nadàr Solo apriranno il live dei Fratelli Calafuria con le sonorità massicce che li hanno già portati sul palco insieme a Il Teatro degli Orrori. Un piano per fuggire è l’album che nel 2010 dà il via a una serie di concerti, seguiti l’anno successivo da un tour nazionale. Lo stesso anno Matteo De Simone, cantante e bassista della band, pubblica il romanzo Denti guasti, al centro di un reading con Pierpaolo Capovilla e le musiche del cantautore torinese Daniele Celona.

Audiodrome è convenzionato con Officine Brand e offre vantaggi particolari ai possessori della Open Source Card.

Grazie alla partnership con ProntoTaxi 5737, l’Audiodrome è raggiungibile comodamente e a un prezzo convenzionato.

 

Giovedì 8 novembre: Denise – opening Before lemon

Sala Audiodrome Loft

Ingresso libero. Inizio live alle ore 22.

 

Venerdì 9 novembre: Fratelli Calafuria – opening Nadar Solo

Sala Audiodrome

Ingresso: 8 euro. Inizio live alle ore 22.

 

Info

Denise

Fratelli Calafuria

Nadar Solo

 

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: