Intervista di Maurizio Spreghini ad Iolanda Arcidiacono ed al suo “Fantasie del Pensiero”

Intervista di Maurizio Spreghini ad Iolanda Arcidiacono ed al suo “Fantasie del Pensiero”

Ago 28, 2012

Fantasie del Pensiero è l’opera prima della poetessa Iolanda  Arcidiacono, edita a maggio 2012 con la casa editrice online Lulu.com. Centodue pagine di inequivocabile trasporto interiore, descritte con maestria dall’autrice. L’opera con spaccati di quotidianità interiore, narra degli stati d’animo che nel frangente in cui le dita sfiorano i tasti della tastiera, ammorbano i suoi pensieri.

Virtualità o realtà ? Questa domanda assuefa il lettore, fino a portare un sorriso per le parole sussurrate, che fanno da scudo ai pensieri trasudati che inequivocabilmente scuotono l’anima. Nella poesia ALBA, che segna l’inizio del libro, si denota la voglia spasmodica di arrivare al giorno che nascerà a breve,  in una notte dove solo la luna illumina i suoi pensieri. Attendere o strappare le lancette del tempo per godersi quell’alba agognata?

Il lettore a seconda dello stato d’animo percepirà e vivrà quel momento come meglio crede,  con la certezza che aspettare tra il fumo di pensieri troppo stanchi non lo aiuterà allo scintillio del sole nascente.

L’opera va letta tutta d’un fiato per poi tornar a vivere ogni singolo tassello, di una creatura che nasce e muore per poi rinascer ancora,  ogni qualvolta si sfiora il libro con la forza dell’anima.

Iolanda Arcidiacono nasce a Catania nel 1961. Dal 1985 vive in una cittadina alle porte di Roma e divide il tempo della sua giornata tra il lavoro, un marito e due figli da crescere. Instancabile romantica riesce a vivere la positività di ogni frangente quotidiano, con trasporto contagioso che fanno di lei una donna unica.

 

M.S.: Buongiorno Iolanda, spiegaci come e perché ti sei avvicinata alla scrittura.

Iolanda Arcidiacono:   Mi sono avvicinata alla scrittura così, per caso, senza alcuno scopo da perseguire. Un modo  per tirar fuori le mie sensazioni, i miei sentimenti, le mie angosce… Ho cominciato con una  pagina su Facebook, insieme ad un’altra persona  poi ne ho aperta un’altra tutta mia.  Da lì, e dai commenti positivi che ne ricevevo ho cominciato a credere un pò di più in me stessa e nelle mie capacità, grazie anche ad un carissimo amico che mi ha spinto a continuare.

 

M.S.: Spiegaci se è cambiato qualcosa in te, dopo la pubblicazione del libro.

Iolanda Arcidiacono: È cambiato poco anzi diciamo nulla, scrivo per sfogare le mie emozioni e la soddisfazione di aver pubblicato è sufficiente a riempire la mia anima. Fino a quando non avevo questa valvola di sfogo i miei turbamenti mi trafiggevano nel mio Io, ora dopo una poesia mi sento svuotata ma felice.

 

M.S.: Hai un pensiero o una citazione in cui ti riconosci ?

Iolanda Arcidiacono: Se la mia poesia mi abbandonasse/ come polvere o vento,/ se io non potessi più cantare,/ come polvere o vento,/ io cadrei a terra sconfitta/  trafitta forse come la farfalla/ e in cerca della polvere d’oro…

Questa è una parte di una poesia di Alda Merini in cui mi ci rispecchio molto. Per me scrivere è un pò lo sfogo dell’anima e se non potessi farlo credo che tutto ciò che mi scoppia dentro mi annullerebbe.

 

M.S.: Progetti futuri ?

Iolanda Arcidiacono: A breve uscirà un mio racconto dal titolo “Mezz’aria” in un romanzo  scritto con altri undici scrittori. Un’esperienza unica, nata dall’unione di queste persone conosciutosi sul social network Facebook, che hanno creato un sodalizio basato sull’amicizia denominato “La Bottega dei Viandanti”. Il romanzo presto edito con la casa editrice Montecovello si intitolerà “Il Volo delle rose” . Da leggere sicuramente per la passionalità riscontratosi e per la rarità dell’evento, accumulare il tutto non è stato semplice ma il risultato è unico.

 

Ringraziando Iolanda Arcidiacono per il tempo rubatole, mi permetto di segnalarvi il link dove è presente la sua opera  http://www.lulu.com/spotlight/iolanda61 .

Un’esperienza unica tuffarsi nelle sue parole, in pensieri che lasciano sgomenti per quanto veri. Vi saluto con un mio pensiero: Il destino di ognuno di noi è nelle parole che seguiranno e non nelle vicende trascorse.  Lasciamo che sia e non che sarà.

 

Written by Maurizio Spreghini

 Alias Cavaliere Nero https://www.facebook.com/rubiath1670

 

Nessun commento

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Trackbacks/Pingbacks

  1. Intervista di Maurizio Spreghini ad Iolanda Arcidiacono ed al suo “Fantasie del Pensiero” - oubliettemagazine - Webpedia - [...] Fantasie del Pensiero è l’opera prima della poetessa Iolanda  Arcidiacono, edita a maggio 2012 con la casa editrice online…
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: