Intervista di Pietro De Bonis ad Antonietta Agostini ed al suo “L’amore…All’improvviso”

Intervista di Pietro De Bonis ad Antonietta Agostini ed al suo “L’amore…All’improvviso”

Ago 24, 2012

“Perché nonostante una storia finisca nel bene o nel male, deve tornare a far parte di te come un fantasma che non vuole andare via  dalla  tua  vita,  e  di  tanto  in  tanto  senti  nell’aria,  quel profumo che in realtà non c’è, lo senti solo tu, è il profumo del tuo fantasma che viene a trovarti e ti fa mancare l’aria…”

 

Antonietta Agostini nasce a Roma nel 1982. Le sue passioni sono il cinema, la musica, e gli animali, adora Londra, e il suo sogno è trasferirsi lì.

La sua passione per la scrittura nasce sin da quando era bambina, sempre con un foglio e una penna tra le mani pronta a scrivere tutto ciò che le veniva in mente. Custodisce ogni cosa scritta in un cassetto.

Autrice dei romanzi “L’amore…Che gran casino” e “L’amore…All’improvviso“, di quest’ultimo parleremo oggi.

Accendiamo il ventilatore, Anto’ fa caldo, ora può avere inizio l’intervista.

 

 

P.D.B.: Ciao Antonietta! L’amore allora arriva all’improvviso??

Antonietta Agostini: Ciao Pietro, innanzi tutto grazie dello spazio che mi stai dedicando. L’amore secondo me è un sentimento così complicato da comprendere, e da vivere al massimo. Sono sincera a volte l’amore arriva all’improvviso nelle nostre vite, molte volte invece purtroppo non arriva affatto, oppure crediamo di averlo trovato, ma poi alla fine ahimè, lo perdiamo. L’amore io lo vedo come un grande viaggiatore, un giorno ti svegli e sei innamorato, il giorno dopo quel sentimento ha fatto le valige ed è andato via, e non riusciamo mai a spiegarci il motivo. O forse semplicemente l’amore è così, un po’ monello, entra nella nostra vita e poi “puf” va via, come se fosse una magia, la magia più brutta che ci sia, perché quando un amore se ne va, lascia un vuoto tremendo dentro di noi, e cominciamo a farci mille domande, perché ci ha lasciato? In cosa ho sbagliato? Io però, essendo da sempre una grande sognatrice, credo che l’amore vero esiste davvero e che se siamo sempre pronti a rischiare, alla fine arriva così … all’improvviso, quando meno te lo aspetti!

 

P.D.B.: In “L’amore…All’improvviso” affronti il tema del tradimento, Antonietta è facile tradire? E’ più debolezza o coraggio?

Antonietta Agostini: Il tradimento ormai è all’ordine del giorno, quasi tutti secondo me, tradiscono. Delle statistiche hanno riscontrato che sono in molti ormai a tradire, addirittura il 70 % delle coppie, ad esempio ci sono persone che hanno una doppia vita, che dura da anni! Io non giustifico la cosa, però ci sono diversi motivi che spingono una persona a tradire. Ad esempio, a volte la vita di coppia ci va troppo stretta, le problematiche della quotidianità, ci spinge a cercare una via di fuga da tutti i problemi, e molte volte sentiamo il bisogno di uno svago, e la cosa avviene cercandolo in un’altra persona. Oppure, il partner sentendosi messo un po’ da parte, sente la necessità di provare nuove emozioni, avendo così il bisogno di essere amato, corteggiato, desiderato, e non appena troviamo una persona che ci appaga di tutti questi bisogni, tradiamo. A volte è coraggio, altre volte debolezza, oppure si tradisce solo per trasgressione e in molti non possono farne a meno di tradire. La cosa brutta è che sono in tanti a non avere il coraggio di confessare un tradimento, e altri invece, che non hanno il coraggio di lasciare il proprio partner nonostante tutto non lo ami più e lo tradisca da anni.

 

 

P.D.B.: Esseri noi umani tutti un po’ simili nel soffrire e gioire può essere la giustificazione?

Antonietta Agostini: Penso che alla fine siamo tutti uguali, soffriamo, amiamo, gioiamo delle piccole cose che la vita ci regala e non è mai una giustificazione.

 

P.D.B.: Nei tuoi romanzi, quanto è labile il confine dell’autobiografismo?

Antonietta Agostini: Diciamo che in Marta (il personaggio principale), di mio c’è molto, ma parlo solo a livello caratteriale non di tutti i pasticci che fa! Io come lei, credo nell’amore come ti dicevo prima, e soprattutto difendo le mie amicizie con tutta me stessa, proprio come fa Marta nei miei romanzi, che è sempre disposta a farsi in quattro per le sue amiche.

 

 

P.D.B.: Viaggiare, fisicamente intendo, visitare nuovi posti, respirare nuove arie, conoscere, secondo te da uno sprint alla scrittura? E parlando di te, come e quando scrivi?

Antonietta Agostini: Io viaggio pochissimo fisicamente, lo faccio di più mentalmente diciamo! Penso però che sia stimolante viaggiare per la scrittura, per poter raccontare meglio un posto, un qualcosa che abbiamo visto e vissuto. Io però amo scrivere a casa, soprattutto la notte, ma capita anche che scrivo di giorno, con un po’ di musica di sottofondo, ascolto sempre i Modà ad esempio quando scrivo, sono una romanticona!

 

 

P.D.B.: Dove possiamo reperire il tuo libro “L’amore…All’improvviso”? Hai in vista presentazioni?

Antonietta Agostini: Il mio romanzo, si può acquistare nel sito www.Youcanprint.it e in tutte le librerie online, in più è ordinabile anche in libreria. Dovrei cominciare a fare delle presentazioni da settembre, le sto organizzando quindi ancora non so delle date specifiche.

 

 

“Quando un’intervista vista l’ora è appena finita, una nuova intervista è appena iniziata. Un’intervista per amare, per sognare, per vivere…”

Written by Pietro De Bonis, in Marzullo

 

Info:

http://antoniettaagostini.blogspot.com/

http://amorechegrancasino.blogspot.it/

 

http://www.youtube.com/watch?v=Oxwvk7u5B8g&feature=share&list=UUnnCR2u5PfBwr7HXLNHKSww

 

 

Nessun commento

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Trackbacks/Pingbacks

  1. Intervista di Pietro De Bonis ad Antonietta Agostini ed al suo “L’amore…All’improvviso” - oubliettemagazine - Webpedia - [...] “Perché nonostante una storia finisca nel bene o nel male, deve tornare a far parte di te come un…
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: