“Tutti i colori della vita” di Alessandra Alonzi, recensione di Rebecca Mais

“Tutti i colori della vita” di Alessandra Alonzi, recensione di Rebecca Mais

Ago 8, 2012

“Ragione e cuore: quale sentimento bisogna seguire? La razionalità, la parte più reale di noi, quella che teoricamente ti dice sempre la verità o il cuore, quella parte nascosta che batte dentro di noi, quella voce che noi, pur consapevoli di avere, non ascoltiamo mai?”

Rebecca è una ragazza come tante che spera di poter essere utile alle altre donne.  E nel momento in cui comincia a lavorare a Roma come giornalista per la redazione di un’importante rivista romana riesce a realizzare il suo sogno, rispondendo alle lettere di tutte quelle donne che le scrivono per via dei loro problemi sentimentali. Rebecca ha una risposta per tutte, sa sempre quali sono le parole giuste per ogni questione e si sente in questo modo  felice.

Ad accrescere la sua gioia vi è anche il suo ragazzo, Marco, nonostante il rapporto piuttosto altalenante, ma soprattutto le sue amiche, quelle che lei chiama le sue stelle. Ma la vita cambia costantemente mostrando i suoi differenti colori e non sempre ci si trova pronti a ciò che accade.

Tutti i colori della vita, Libro Aperto Edizioni, Collana Jane Austen, 2012, secondo romanzo (dopo “Alla ricerca di un sogno”, Albatros Il Filo, 2010) della giovane Alessandra Alonzi, si presenta come un delizioso e fresco romanzo al femminile, una via di mezzo tra la Bridget Jones della Fielding e la Becky della Kinsella.

Alessandra, appassionata di scrittura e pittura, è riuscita a creare una storia leggera e divertente intrisa però di importanti temi che riguardano il mondo femminile ma non solo. Si passa dall’amore ai tradimenti, dall’amicizia alla vita lavorativa per giungere alle violenze domestiche ai danni di giovani donne innamorate che troppo tardi aprono gli occhi e si accorgono dei mostri che le circondano.

Una storia che fa ridere e commuovere al tempo stesso, un filo di speranza che corre lungo la trama senza mai abbandonarla. Il tutto riportato con un linguaggio chiaro e semplice, privo di ambiguità e malizia.

Un romanzo adatto a questa calda estate, per coloro che hanno voglia di una lettura poco impegnativa ma per nulla banale.

“Affrontate  con coraggio e determinazione tutti i sacrifici della vita, tutte le sofferenze, tutti gli ostacoli, tutte le prove e vedrete che alla fine arriverete anche voi. Perché tutti i colori della vita si possono affrontare. Certo ci sarà nella vostra vita anche il colore nero ma credetemi, con forza, determinazione e coraggio riusciremo a trasformare il nero prima in un grigio promettente, e poi, chissà!”

 

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: