Gara in versi per omaggiare Giacomo Leopardi, 29 giugno 2012, Napoli

Gara in versi per omaggiare Giacomo Leopardi, 29 giugno 2012, Napoli

Giu 29, 2012

Una gara in versi  tra scrittori e poeti per omaggiare Giacomo Leopardi e il suo rapporto con Napoli in occasione del  suo 214° Genetliaco.

In piazza Plebiscito, Libreria Treves, venerdì  29 giugno ore 19,00 previsti gli interventi  di eminenti esperti  ed appassionati che si confronteranno sulla figura del poeta recanatese, incuriosisce anche il “duello” con le inchieste documentali di due scrittori che si” scontreranno” per accertare le  tendenze sessuali di Leopardi.

Poeti e scrittori in campo tra letture e una gara in versi per un omaggio a Giacomo Leopardi. Appuntamento imperdibile per appassionati e curiosi venerdì 29 giugno alle 19,00 presso la libreria Treves in piazza Plebiscito a Napoli in occasione del 214° genetliaco del poeta recanatese.

L’evento, come ormai tradizione, è a cura dell’Associazione Leopardi & Napoli legame indissolubile, con il patrocinio del Comune di Napoli e si svolge in collaborazione con l’Accademia Palasciania e per quest’edizione con l’Associazione VeraMente. “L’iniziativa si è trasformata negli anni in un’occasione originale per un confronto autentico e di spessore tra poeti e scrittori sulla figura di Giacomo Leopardi – dichiara l’ideatore Agostino Ingenito ( autore di un saggio sulle reali cause della morte del poeta) – cerchiamo di alimentare in tal modo un legame che non si è mai spezzato con Leopardi che trascorse gli ultimi anni della sua vita a Napoli, morendo a soli 39 anni e lasciandoci un patrimonio letterario eccezionale”.

Il rapporto fondamentale con la biblioteca di suo padre il conte Monaldo e la recita di alcuni canti, sono alla base dell’intervento dell’eclettico scrittore e filosofo Marco Palasciano. Significativo l’apporto che sarà offerto dalla scrittrice Viola Amarelli che interviene sulle riscritture leopardiane di Harold Bloom di Mark Strand, oltre a recitare la poesia “Giacomo a Fontanelle” tratta dal suo ultimo libro. Interazione tra testi musicali e melodie alternative per l’intervento del songwriter Nino Velotti, l’artista che si laureò in filosofia, trattando dell’infanzia prodigiosa di Leopardi, si ispirerà ai canti de La Ginestra e del Sabato del Villaggio per le sue variazioni su tema, traendo spunto anche dal suo ultimo lavoro discografico. Scruterà il pensiero leopardiano, il filologo e traduttore Daniele Ventre.

Un “duello” (a colpi di fonti documentarie) tra gli scrittori Claudio Finelli e Antonio Maggio per dimostrare, l’uno, l’omosessualità di Leopardi (e il suo amore disperato per l’amico Antonio Ranieri) e, l’altro, per dimostrare la sua eterosessualità (e l’amore per Silvia, Aspasia e le altre donne). Inoltre, il pubblico è invitato a portare in dono uno o più libri, che saranno consegnati all’Associazione VeraMente per la sua Librioteca (la biblioteca pubblica che sta allestendo a Villa di Briano); a fine serata, tra tutti coloro che avranno donato almeno un libro, sarà sorteggiata un’opera di pregio.

 

Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Appuntamento venerdì 29 giugno alle ore 19.00 presso la libreria Treves in piazza del Plebiscito.

Info

premioleopardi@gmail.com

 

 

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: