Intervista di Pietro De Bonis all’attore teatrale Adriano Sarpa: il teatro è come un amante!

Intervista di Pietro De Bonis all’attore teatrale Adriano Sarpa: il teatro è come un amante!

Giu 22, 2012

Adriano Sarpa nasce a Roma il 18 dicembre 1984. “Cercare di essere tutto ciò che ho sempre voluto in ogni singola molecola del mio corpo è l’ unica via per la felicità, anche se la vera felicità la si può trovare in qualsiasi cosa che ci circonda”, questa la definizione che più lo rappresenta.

Recita in teatro da svariati anni, più esattamente nella rinomata compagnia romana de “I Folli Attori”, riscuotendo molto successo, sia derivante dalla critica che dal pubblico.

 

P.D.B.: “Il teatro è come un amante, una volta che lo incontri non puoi più farne a meno”, mi dicevi è così per te Adriano?

Adriano Sarpa: Sì decisamente dopo che lo hai assaggiato una volta sei disposto a lasciare ogni tua certezza per l’ebbrezza di quella sua imprevedibilità emozionante.

 

P.D.B.: E’ sempre una forte emozione per te salire quindi su di un palco? Ogni volta è la prima volta?

Adriano Sarpa: Sì ovviamente, noi attori o per lo meno chi prova ad esserlo viviamo per salire proprio lì su quel palco… È un emozione che ha un impatto stravolgente sia sulle tue sensazioni sia sul tuo corpo, è l’apoteosi dell’ebbrezza per me. Riguardo la seconda domanda ogni volta che salgo sul palco deve essere per forza la prima volta, devo sentire quel pugno alla pancia, che ti fa morire dall’ansia, devo sentire la paura di salirci su quel palco, e quando sono lì sopra devo sentire il mio cuore che batte al massimo dei suoi battiti, finché tutto ciò accadrà non smetterò mai di recitare!!

 

P.D.B.: Sul palco un po’ come nella vita, finché ce n’è non si smette mai di vivere, ti comporti così anche nella quotidianità? O sei più restio alle emozioni?

Adriano Sarpa: Nella vita quotidiana sono sempre e comunque un tipo molto sfaccettato pronto sempre a scoprire cose nuove su ciò che mi trasmette la mia passione, è che in tante piccole emozioni sono un po’ più restio a trasmettere ciò che sento ma in fondo chi non lo è?

 

P.D.B.: E proprio per questo forse non pensi che alla fin fine si reciti molto di più nella vita che sul palco?

Adriano Sarpa: No almeno per me questo discorso non vale perché comunque vada anche se sono molto allegra come persona alla fine sono sempre vero in tutto ciò che faccio, ma penso che le persone del mondo di oggi siano dei grandi attori professionisti e sono sicuro che loro neanche lo sanno, prendiamo come esempio un giovane d’oggi, che deve fare per essere accettato dai suoi amici? È facile recitare, prendere la parte, il ruolo di una persona che non è mai stato, quindi siamo un po’ tutti attori no?

 

P.D.B.: Pochi giorni fa ho avuto l’immenso piacere di assistere al vostro spettacolo teatrale “Chi non lavora no fa l’amore” diretto dal regista Francesco Di Chio, ricordiamo te fai parte della compagnia dei Folli Attori, ed è stato un enorme successo qui a Roma, a me poi devo dirti è piaciuto da matti… Deve essere stato bello ricevere tutti questi plausi ed applausi vero? Te li aspettavi?

Adriano Sarpa: Come ti ho detto è grazie a quegli applausi che io trovo ancora la voglia e la passione di recitare, quelle persone stanno lì e ti ringraziano ma per quale motivo? Secondo me perché per almeno un ora quando sei su quel palco li isoli dalla realtà o almeno fai vivere loro la realtà di ogni giorno ma a modo tuo, in modo più leggero e giocoso, alle volte più intenso o magari triste, ma tutto ciò li distrae dalla solita routine che li fa stancare ogni giorno. Comunque vada l’applauso è la ninfa vitale dell’attore e comunque sì, mi è piaciuto riceverli e sinceramente non mi aspettavo fossero cosi tanti davvero!!

 

P.D.B.: Hai mai pensato di scrivere uno spettacolo tutto tuo?

Adriano Sarpa: Sì ci ho pensato e l’inventiva era anche buona ma sinceramente mi piace più recitare!!

 

“Quando un’intervista vista l’ora è appena finita, una nuova intervista è appena iniziata. Un’intervista per amare, per sognare, per vivere…”

Written by Pietro De Bonis, in Marzullo

https://www.facebook.com/pietrodebonisautore

 

Info:

www.folliattori.it

 

 

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: