Intervista di Alessia Mocci a Maurizio Alberto Molinari ed al suo “Poemantikha Nova”

Intervista di Alessia Mocci a Maurizio Alberto Molinari ed al suo “Poemantikha Nova”

Apr 9, 2012

Poemantikha Nova”, edito nel 2010 dalla casa editrice Aletti nella collana “Gli Emersi poesia” , è la riedizione ristudiata di “Poemantikha – sulle tracce delle emozioni” edito nel 2005. L’autore, Maurizio Alberto Molinari, ha ritenuto necessario rivedere il testo e dargli un nuovo respiro.

“Poemantikha Nova”  composta da 16 poesie e 16 tracce. L’idea nasce da un bisogno di intraprendere una poesia vicina alle emozioni delle persone, un viaggio tra versi ermetici e prosa interpretativa.

Noi di Oubliette, abbiamo voluto conoscere meglio l’autore con alcune domande, e Maurizio è stato molto disponibile nel rispondere. Buona lettura!


 

A.M.: Quando e perché hai deciso di iniziare a scrivere “Poemantikha Nova”?

Maurizio Alberto Molinari: Poemantikha Nova – La poesia si racconta… – In realtà si tratta di una riedizione riveduta, ampliata e corretta della prima pubblicazione “Poemantikha – sulle tracce delle emozioni” risalente all’agosto 2005. Poemantikha è nata quasi per caso, un giorno mentre leggevo alcune note di un saggio. Mi è sorta spontanea una domanda: come può una persona, un critico, un letterato giudicare il testo di una persona che non conosce, che non può nemmeno contestualizzare più di tanto, di cui non sa nulla? Cosa può sapere di ciò che ha vissuto? E come potrebbe attualizzare il tutto nell’ambito dei nostri giorni? La scintilla partì ad ogni modo nell’estate del 2004 e Poemantikha fu scritta di getto nell’arco di circa 3 settimane su un semplice quadernone Pigna a quadretti piccoli…

 

 

A.M.:  Il titolo della tua pubblicazione desta un certo interesse. Puoi raccontarci qualcosa in proposito?

Maurizio Alberto Molinari: Poemantikha è una mia invenzione. Un neologismo che rappresenta un trait d’union tra la poesia, la prosa poetica ed il destino che me l’ha indicata, il mio “Kha”. Il suffisso “la poesia si racconta..” ne determina semplicemente lo scopo finale.

 

 

A.M.: In “Poemantikha Nova” ci sono versi e prosa. Perché questa scelta stilistica?

Maurizio Alberto Molinari: Poemantikha Nova è un’associazione di 16 poesie a 16 tracce. Le tracce sono una sorta di proiezione della poesie che in qualche modo cercano parzialmente di estenderne e raccontarne le scaturigini. Le mie tracce vivono senza forma specifica, si presentano in prosa semplice o prosa poetica oppure come mini racconti… Nelle “istruzioni per l’uso” vi è indicata la necessità di una tripla lettura della poesia prima di inoltrarsi nella relativa prosa. Le emozioni che nascono nel cuore di chi legge prima la poesia e poi la traccia sono spesso molto più importanti di quanto traspare nella traccia stessa. La bellezza di questa esperienza è poter condividere ed ampliare le sensazioni provate condividendole con gli altri. In questo vive l’essenza de “la poesia si racconta…” quel particolare attimo in cui la dimensione della scrittura raggiunge gradi sempre più ampi, dai confini quasi sconosciuti.

 

A.M.:  Quali sono le maggiori tematiche che svisceri in “Poemantikha Nova”?

Maurizio Alberto Molinari: In “Poemantikha” Nova sono trattate diverse tematiche “quotidiane”, spesso tristemente dimenticate. La vita e la morte sono le estremità che delimitano un cruda realtà all’interno della quale si muovono questioni importanti. Nella coppia “14.16 – Leo & Ghiaccio” sfioro la realtà delle persone normodotate. In “Cronaca di Natale – Buon Natale Bimbirilli” parlo della fame nel mondo, specificatamente riferita all’infanzia, utilizzando una specie di fiaba per adulti. In “Mr. Mister – Mr. Mister Il Piacere di vivere” riscopro la voglia di vivere e di resistere, nonostante tutto, rielaborando il senso dell’essenza divina dell’uomo e della vita stessa.

 

 

A.M.:  Che cosa pensi della pubblicità attraverso i book trailer?

Maurizio Alberto Molinari: Penso che come tutte le novità i book trailers siano un mezzo da percorrere e da sperimentare. Solo il tempo ci dirà quanto possano funzionare nella loro nuova dimensione pubblicitaria. Quel che è certo è che nella poesia il profumo della carta rimane sempre insuperabile.

 

 

 

A.M.:  Hai già in cantiere qualcosa per il futuro?

Maurizio Alberto Molinari: Fino ad oggi ho pubblicato 5 volumi di poesie con case editrici diverse. Il mio scopo principe, in questo momento, è quello di affidarmi finalmente ad un editore specializzato in poesia e continuare con lui un percorso di crescita continua. Posso solo anticipare che il futuro potrebbe essere dietro l’angolo e, probabilmente, sorprendente…

 

 

Vi lascio  link per conoscere meglio l’autore e le sue opere:

http://www.facebook.com/profile.php?id=100001283225257&ref=search#!/maurizio.a.molinari

 

 

Nessun commento

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Trackbacks/Pingbacks

  1. Intervista di Alessia Mocci a Maurizio Alberto Molinari ed al suo “Poemantikha Nova” - Cronaca | Allnewz.it - [...] Leggi l’articolo completo su oubliettemagazine var WIDTH=468; var HEIGHT=70; var BGCOLOR="#f5f5f5"; var HRCOLOR="#D6D4D4"; var [...]
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: