“Arte al Chiodo 2012” con Ofra Amit, dal 30 marzo al 9 aprile, Sermoneta

“Arte al Chiodo 2012” con Ofra Amit, dal 30 marzo al 9 aprile, Sermoneta

Apr 1, 2012

Ofra Amit ha 35 anni e vive in Israele, a Tel Aviv. Divide la sua attività fra i libri per ragazzi, le immagini per il teatro e le illustrazioni per varie riviste e quotidiani. Per il suo lavoro ha avuto diversi riconoscimenti da Communication Arts, Applied Arts, The Society of Illustrators.

Nel 2010 ha ottenuto la Gold Medal for Children’s Books Illustration attribuita dall’Israel Museum. Autrice delle illustrazioni del libro “Bruno, il bambino che imparò a volare” scritto da Nadia Terranova, edito da Orecchio acerbo (2012), in mostra al Chiodo di Sermoneta dal 30 marzo al 9 aprile.

La mostrà aprirà venerdì 30 marzo alle ore 20,30, con la presentazione del libro a cura di AnnaGrazia Benatti, gli interventi di Paolo Cesari (Orecchio acerbo), Nadia Terranova (scrittrice), Peppe Stamegna (Il bla bla della sera).

Seguirà una lettura in musica dell’Acta Teatro di e con: Lucia Viglianti (voce narrante e canto) e Raffaele Esposito (fisarmonica).

In collaborazione con: Ass. Cult. Il Chiodo di Sermoneta, Tricromia Illustrator’s International ArtGallery, Acta Teatro.

Illuminazione artistica: studio maRAMEo.

Città                                                     Sermoneta

Inaugurazione                                 venerdì, 30 marzo – h.20,30

Periodo                                               dal 30 marzo al 9 aprile

Autore                                                  Ofra Amit

Curatore                                              Claudio Muolo

Titolo dell’evento                             “BRUNO. Il bambino che imparò a volare”

Titolo della rassegna                       “Arte al Chiodo 2012”

Luogo                                                    “il Chiodo di Sermoneta” – spazio d’Arte

Indirizzo                                                Piazza del Popolo, 13 – Sermoneta (LT)

Recapito mail                                      barcla@email.it

Orari                                                     10,00-13,00 \ 17,00-20,00

Collaboratori                                    studio maRAMEo – lampade artistiche, Ass. Cult. “il Chiodo di Sermoneta”, Tricromia

Patrocinio                                           Comune di Sermoneta

 

 “…Bruno sta volando nella mia testa. Le parole di Nadia Terranova si sono legate per bene ai disegni di Ofra Amit, facendone una sintesi perfetta di una storia. Quella del bambino Bruno, che con la sua curiosità ci mostra un ambiente ricco di colori, parole e desideri. La malinconia rimane distante, a distanza di sicurezza dalle nostre emozioni. Ci sono dentro queste spesse pagine immagini che tendono a saldare un conto aperto che il personaggio Bruno Schulz aveva col mondo. Era ora. In questa breve storia c’è un monito non urlato: la diversità può diventare opportunità. Senz’altro prima deve trasformarsi in dolore raccontabile, in capacità individuali da esprimere al meglio.Padri ingombranti a cui dare ruoli e piume a dismisura; così ogni gesto esagerato assume la forma narrabile nelle sue preziose sfumature. Per il bambino, per Bruno. Poi rimane quella timidezza che inciampa nella misantropia, che a sua volta poggia su disagi più o meno evidenti. Abnormi. Bene, tutto questo non produce in automatico riscatto attraverso l’arte, ma, se il demone giusto spinge in quella direzione, allora è un’epifania senza fine. Sempre se nel frattempo non interviene l’idiota nazista del caso a chiudere per sempre il nero portone. Da quel momento la storia si mangia la storia, facendo correre il rischio ai racconti, ai disegni e tutto il bello che conteneva quella storia, di perdersi nel gorgo.In questo caso, in questo libro, tutto è recuperato e illuminato con la giusta luce e le necessarie parole. Meno male che ho avuto oggi l’opportunità di godermelo…” –  Peppe Stamegna

                                                                                         

“…Chi apre questo libro rinnova l’esperienza della bambina che compare alla fine del racconto: materializza il magico mondo color cannella scaturito dalla grossa testa di un piccolo bambino.

Le illustrazioni impalpabili e surreali di Ofra Amit permettono al lettore di compiere questo viaggio straordinario, animando le parole del testo, dando forma alla dimensione onirica e fantastica del racconto. Le immagini si fondono e si confondono con le parole, in un brillante connubio che veicola il messaggio verso l’unica vera protagonista: l’immaginazione, potente ancora di salvezza dell’individuo. Il suo potere è tale che la guerra rimane sullo sfondo, come un fatto marginale destinato a passare, mentre il mondo favoloso di Bruno sopravviverà a discapito di tutto, permeato per sempre dal delicato color cannella, sfondo ideale della sua esistenza…” –   AnnaGrazia Benatti

 

…”Un bambino, ebreo. La grossa testa lo rende incerto e impacciato nei movimenti, il carattere è schivo e introverso. Curioso e attento a ogni cosa che lo circonda, è affascinato dalle eccentriche stravaganze del padre, dalle sue stupefacenti metamorfosi. Lo perderà anzitempo, ma, non volendosene separare del tutto, farà rivivere nei suoi disegni e nei suo scritti la straordinaria capacità paterna di riconoscersi e identificarsi in ogni oggetto, in ogni animale, in ogni persona. Fino a una giornata d’autunno del 1942, quando un ufficiale nazista lo ucciderà per strada, nel ghetto di Drohobycz, una piccola città della Galizia Orientale. Attraverso la scrittura commovente ed essenziale di Nadia Terranova e le suggestive immagini di Ofra Amit, un libro che ci conduce nel mondo fantastico di uno dei più grandi scrittori polacchi, Bruno Shulz, autore di “Le botteghe color cannella”….

Info:

www.orecchioacerbo.com/editore       

 

Nessun commento

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Trackbacks/Pingbacks

  1. Arte al Chiodo 2012 con Ofra Amit, dal 30 marzo al 9 aprile, Sermoneta - oubliettemagazine - Webpedia - [...] Ofra Amit ha 35 anni e vive in Israele, a Tel Aviv. Divide la sua attività fra i libri…
  2. “Arte al Chiodo 2012″ con Ofra Amit, dal 30 marzo al 9 aprile, Sermoneta - Arte e Cultura | Allnewz.it - [...] Leggi l’articolo completo su oubliettemagazine var WIDTH=468; var HEIGHT=70; var BGCOLOR="#f5f5f5"; var HRCOLOR="#D6D4D4"; var [...]
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: