“Colours Inside”: esordio discografico del duo Dorotea Cei e Maurizio Rocca

“Colours Inside”: esordio discografico del duo Dorotea Cei e Maurizio Rocca

Mar 22, 2012

Artisti, nome plurale, genere neutro: genesi di Colours Inside.

Dorotea Cei, torna a raccontarsi in una lettera aperta, per presentarci il frutto di una stupenda collaborazione, di certo un invito a riflettere  su come la cultura possa davvero unire anche  universi diametralmente opposti: quello femminile e l’altro, maschile, in nome di un amore per la musica  che trascende ogni diatriba.

Già testimonial d’eccezione, Dorotea Cei, ha prestato la sua voce come Donna di Conoscenza, ci spiega come sia possibile riconciliare le menti e gli umori di universi apparentemente paralleli  e lottare per un fine comune: la musica.

“Questo progetto nasce durante una casuale conversazione tra me ed il mio amico Maurizio Bignone (titolare della Undici07), mentre passeggiavamo su un lungomare nei pressi di Carini.

Fu lì che, entrambi musicisti e da sempre vicini anche alla musica del nostro secolo, mentre godevamo dei colori e dei profumi che ci avvolgevano, venne l’idea di creare delle sinergie tra compositore e musicista in modo che entrambi potessero trarne stimoli e scambi di opinioni, con l’obiettivo di poter dare una maggiore fruizione di queste composizioni ad un pubblico più vasto, cosa che più facilmente avviene ai compositori già affermati. Lì per lì abbiamo pensato ad una formazione per violino e pianoforte.

Affascinato da questa idea, ben presto mi accorsi che il progetto si presentava complesso ma anche ricco di stimoli; ad esempio è stato molto interessante chiedere ai compositori di scrivere proprio per questo intento, e poi ritrovarci ad eseguire musiche inedite e confrontarci anche con loro sulla interpretazione.

La ricerca di musicisti che volessero condividere questa iniziativa ha fatto sì che incontrassi Dorotea, “ingrediente” fondamentale, rivelatasi indispensabile alla riuscita di questo progetto.”

Fu così che Maurizio mi propose il suo progetto finalizzato alla valorizzazione e diffusione di musiche per violino e pianoforte di compositori siciliani contemporanei,consegnandomi alcuni spartiti, da lui scelti in modo semplice e con slancio.

Erano quasi tutte musiche inedite e mai eseguite, scritte con il Cuore da compositori di varia estrazione, provenienza, tipologia, formazione, età…

Il risultato di questa antologia era un puzzle multiforme e colorato, rappresentativo di una Sicilianità vasta, aperta, prospettica.

Una Sicilia desiderosa di aprire i suoi confini ad orizzonti più ampi.

Ho risposto di sì e abbiamo iniziato a studiare, a provare.

A studiare.

A provare.

Il Tempo che prima ci era mancato ci ha supportato, siamo diventati amici, abbiamo iniziato un “viaggio” importante insieme, che ha fatto sì che in questi giorni si sia concretizzata l’uscita del cd “Colours Inside”.

Abbiamo imparato ad ascoltarci e a cogliere tra le note tutto ciò che “appartieneaquelchenonsivedemac’è”… dettagli sussurrati di cui “Colours Inside”- come tutta la cultura siciliana – è profondamente ricco.

Un sentito grazie a tutti coloro che hanno permesso la realizzazione di questo progetto.

Grazie alla U07 Records di Palermo.

Grazie ai compositori che ci hanno affidato le loro Musiche: Marco Betta, Maurizio Bignone, Giacomo Cuticchio, Alberto Maniaci, Gaetano Randazzo, Gaetano Siino.

Grazie agli amici fotografi e “tecnici”: Alessio Blve, Rino Liguoro, Francesca Settipani, Cesare Talamo, Aloisio Gullo.

Grazie agli amici che mi sto dimenticando di ricordare…

Un sentito grazie – infine – alle nostre famiglie che ci hanno supportato e sostenuto, aiutandoci a trovare il tempo e il modo di realizzare la prima esperienza discografica della nostra Vita… un sogno colorato… dal nome… “Colours Inside”.

Il CD, appena pubblicato, si può acquistare presso i punti vendita in elenco su www.undici07.com, sul sito e-commerce www.sicilycult.com ed in formato digitale su iTunes e tutti gli altri siti internet dedicati.)

E noi, siamo lieti di averla di nuovo “ospitata” con un’altra di quelle idee che si avviano ad essere piacevolmente imitate..di collaborazione foriera di infiniti sviluppi, tra Artisti, nome plurale, genere neutro.

 

http://youtu.be/3W2S8VvrZo4

 

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: