“Brown Focus”, primo videoclip tratto dal nuovo album “Mad, Bad, Dead” di Bungalow 62

“Brown Focus”, primo videoclip tratto dal nuovo album “Mad, Bad, Dead” di Bungalow 62

Mar 7, 2012

“Brown Focus” è stato girato da Massimiliano Bartolini, già regista di video molto apprezzati come “Riprendere Berlino”  degli Afterhours o ancora “Baudelaire” dei Baustelle.

“Brown Focus” è il primo video tratto dal nuovo album “Mad, Bad, Dead” è stato girato a San Benedetto del Tronto, un omaggio alla città che ha visto i natali di Paolo Forlì aka Bungalow 62 e dello stesso regista che la riprende nella sua quotidianità mentre il cantautore la percorre curioso, alla ricerca di un regalo speciale.

Innamorarsi al primo ascolto. Improvvisamente. Inaspettatamente. 

I cantautori italiani più bravi popolano l’underground, il sottobosco, quasi in silenzio, senza prime pagine e isterismi di massa. Paolo Forlì (aka Bungalow 62) appartiene a questa categoria. Da salvaguardare e amare. Paolo ha girato mezzo mondo, ha seguito l’istinto e la passione, ha codificato la sua cifra stilistica. Ha scoperto territori e isole felici.

Con la complicità fondamentale di Mattia Coletti ha creato un’opera cristallina.

Paolo Forli’ ( aka Bungalow 62) nasce a San Benedetto del Tronto nel 1967, studia violino fino all’adolescenza fino a quando non si innamora di Lou Reed, lascia il violino e compra una chitarra. Collabora con Emidio Clementi ai tempi dell’università , ma poi decide di scappare lontano dove nessuno parla la sua lingua. Così ci sono gli Stati Uniti, le amicizie con i barboni di San Francisco, l’intervista a Kurt Cobain al Warfield e le preghiere sulla tomba di Elvis. E poi l’Irlanda, Parigi, la Thailandia..

Bungalow 62 è una minuscola casetta in legno situata nel city camping di Mora, in Svezia. In quel luogo è nato “Snowy Teeth Drive”, il primo album di Paolo Forli’ uscito nel 2010, compendio di foreste, amori, cucine ed arti varie tradotto su chitarre acustiche e poco altro, registrato e prodotto ad Ancona con l’aiuto di Mattia Coletti (collaboratore di Xabier Iriondo, Afterhours).

A distanza di un anno e mezzo il suo percorso continua con “Mad, Bad, Dead”, 8 tracce registrate e prodotte nel sotterraneo di casa sua, a San Benedetto del Tronto.

Influenzato dagli ascolti della vecchia e della nuova generazione di songwriter folk americani e dai suoi lunghi soggiorni in giro per il mondo, Bungalow 62 riesce a stupire per la sua forte personalità, il suo non prendersi mai sul serio mentre ci sussurra storie pregne di malinconia e cruda vita urbana con una sinuosa intimità lo-fi.

Ma parlare della musica di Bungalow 62 non è un impresa facile. E’ un po’ come quando arrivati in cima ad una collina ci si guarda intorno e ci si sorprende. Una danza di donne cinesi che si nascondono dietro gli armadi quando arriva la luce. Passeggiare scalzi sull’erba piena di brina, all’alba, senza saper bene dove andare.

 

http://youtu.be/Dd-c9cH5Qy8

 

FLEISCH Ufficio Stampa 

Nessun commento

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Trackbacks/Pingbacks

  1. “Brown Focus”, primo videoclip tratto dal nuovo album Mad, Bad, Dead di Bungalow 62 - Arte e Cultura | Allnewz.it - [...] – admin Calzature e Abbigliamento Donna by KSV Distribuzioni Moda   Leggi l’articolo completo su oubliettemagazine var…
  2. “Brown Focus”, primo videoclip tratto dal nuovo album Mad, Bad, Dead di Bungalow 62 - oubliettemagazine - Webpedia - [...] “Brown Focus”  è stato girato da  Massimiliano Bartolini , già regista di video molto apprezzati come “ Riprendere Berlino…
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: