Novità editoriali: due nuovi libri della collana Radici, Rupe Mutevole Edizioni

Novità editoriali: due nuovi libri della collana Radici, Rupe Mutevole Edizioni

Mar 4, 2012

Dopo l’enorme successo riscosso da Echi da Internet, si concretizza  infatti la collana abruzzese “Radici” della casa editrice  Rupe Mutevole Edizioni, un progetto ambizioso, che mira a fare della nostra letteratura locale(vernacolo e lingua), un fiore all’occhiello per una Casa Editrice da sempre attenta alla promozione di una letteratura di confine  in cui ospitare tutte quelle voci che cantano fuori dal coro, testimoni di bellezza, profondità, visioni, incanto.

Essere amici dell’Abruzzo è per Rupe Mutevole un onore ed una sfida. L’onore di condividere con un popolo autentico il suo bagaglio culturale, le sue tradizioni, il suo spirito, e la sfida di portare alla luce tutto questo.

La grandezza di un Popolo si misura dalla sua capacità di tutelare il proprio Passato, perciò vogliamo ripercorrere  insieme agli   autori abruzzesi,  la via dei ricordi,  dedicata  appunto alla nostra letteratura, in cui il  vernacolo diventa un elemento distintivo per ricostruire finalmente l’identità  linguistica di tutti noi, in Abruzzo e nel Mondo.

Radici, è perciò dedicata a coloro che credono ancora tanto  nella bellezza della lingua italiana  quanto nella  spontaneità dei dialetti, nell’attualità della Tradizione…del Passato che non passa mai fino in fondo….e che torna a rivivere quando meno ce lo aspettavamo.

Perché, tra il “colto” e il “popolare”, l’anima dell’Abruzzo è duplice, e si libra  tra montagne e mare:  senza arrestarsi mai all’apparenza, in ogni stagione, si   propone al meglio delle sue potenzialità…così come i suoi scrittori…Radici , la letteratura Abruzzese, è così l’inizio di un lungo dialogo e scambio di vedute, per tutelare un patrimonio non indifferente: la Cultura Abruzzese.

In uscita, nomi  dall’incredibile spessore: dal Poeta  Pietro Asseta, il primo autore, che ha sviscerato nei tre racconti  del suo Il fanciullo, l’a more, il vecchio, le proprie brillanti esperienze di uomo il cui sentire abruzzese è dedicato a tutti coloro che hanno a cuore il futuro del vernacolo, linguaggio da  coltivare per accrescere il sapere delle generazioni future,   fino alle cantastorie Marcella Di Girolamo e Fiorella Pecorale, in due modi diversissimi di intendere un unico modo…quello delle fiabe, fino a Fabio Sorrentino, altro poeta eclettico, che abbiamo oegogliosamente adottato, e che sta tenendo alto il nostro nome di Abruzzesi.

E così, intendiamo aprirci ad il resto d’Italia, a tutti coloro che indendono onorare le proprie …Radici.

Un’altra scommessa, vincente, firmata Rupe Mutevole Edizioni.

 

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: