"I Dominatori dell'Universo" di Gary Goddard – recensione di Antonio Petti

Chi non ha mai seguito le gesta del possente He-Man nella serie animata? Chi non ha mai avuto da piccolo uno dei Dominatori dell’Universo della linea di giocattoli della Mattel? Chi non ha mai intonato la formula “Per il potere di Greyskull!”? Magari sollevando al cielo un bastone/spada. Direi solo quelli nati prima del ’75!

A tutti coloro che conoscono la serie animata in questione o anche solo i giocattoli, voglio far presente che il lontano 7 agosto del 1987 nei cinema uscì la versione live-action di He-Man! Cercarono di mantenere storia e personaggi attinenti alla serie animata.

Infatti il film inizia ad Eternia (luogo dove si svolge l’epica storia del Principe Adam/He-Man), dove il malvagio Skeletor (Frank Langella) e il suo malvagio esercito attaccano il castello di Greyskull, spazzando via le armate di Eternia. Qui Skeletor imprigiona la Maga di Greyskull, contemplando di potersi impadronire dei suoi poteri e così aver accesso all’Occhio della Galassia, un portale che lo renderebbe invincibile!

Nel frattempo una delle pattuglie di Skeletor viene attaccata dal guerriero più abile di Eternia, He-Man (Dolph Lundgreen), nemesi giurata di Skeletor e unica speranza per la salvezza dell’universo. Con lui, al suo fianco, gli amici guerrieri di sempre (alcuni dei Dominatori), Man-At-Arms (Jon Cypher) e sua figlia Teela (Chelsea Fields). La pattuglia scortava un bizzarro inventore, Gwildor (Billy Barty), prigioniero per volere di Skeletor e inventore della Chiave Cosmica, un artefatto in grado di aprile portali dimensionali in ogni luogo e tempo, usata dai malvagi per penetrare nel castello. Gwildor rivela a He-Man di possedere il prototipo e grazie a questo i Dominatori entrano nel castello ma si trovano circondati dai soldati di Skeletor, guidati dalla perfida Evil-Lyn (Meg Foster). Per sfuggire alla cattura l’inventore apre un portale a caso e i nostri eroi lo attraversano, finendo sulla Terra! Qui la chiave viene smarrita e ritrovata da una coppia di giovani: Julie (Courtney Cox) e Kevin (Robert Duncan McNeill).

Kevin, “esperto” musicista, scambia la Chiave per uno strumento musicale (un sintetizzatore musicale giapponese?!) e calcando i pulsanti invia un segnale a Eternia. Evil-Lyn, individuato il luogo di provenienze del segnale, organizza un gruppo di guerrieri (Saurod, Blade e Beast-Man) e si reca sulla Terra. Ovviamente, senza raccontarvi altro, sulla Terra si svolgerà lo scontro titanico tra le truppe del male e quelle del bene, tra un potentissimo Skeletor e il guerriero inarrestabile He-Man!

Il film fu diretto da Gary Goddard (creatore delle serie animate Captain Power, Mega Babies e Skeleton Warriors). Il film fu paragonato ai comics Quarto Mondo (Fourth World) e Nuovi Dei (New Gods) di Jack Kirby, in seguito Goddard dichiarò che era solo un omaggio al Re (Jack Kirby)!

Il film fu un flop, la casa di produzione Cannon, finanziò il film con soli 17 milioni e il film ne incassò quasi 19 e il seguito programmato (vedere la scena alla fine dei titoli di coda), saltò.

Il film in parte può semi soddisfare un fan (ma un vero fan non concepisce l’ambientazione sulla Terra, dato che l’ambientazione è sempre Eternia), per la presenza di “molti” personaggi della saga (escluso Gwildor) ma lo può irritare per la mancanza del riferimento al Principe Adam (la vera identità di He-Man, totalmente assente nel film), come anche se non di più, la mancanza di Dominatori quali Stratos, Zodac o il simpatico Orko! Per non parlare della grave assenza di Battle-Cat (la tigre fifona di Adam, Cringer, che può ricevere i poteri di Greyskull e diventare una possente tigre corazzata, su cui He-Man può spostarsi), ma era il 1987 ed è chiedere troppo!

Nella sceneggiatura originale (prima delle varie riscritture), c’erano molte di più scene su Eternia, Beast-Man aveva un ruolo parlante e appariva la dimora di Skeletor: la Montagna del Serpente!

C’è da chiedersi il motivo dei cambiamenti, di certo al film avrebbero giovato queste sequenze!

Pare che attualmente sia in preparazione un nuovo adattamento live-action basato sulla linea Mattel (che è tornata in possesso dei diritti cinematografici) e a opera del produttore Joel Silver!

Ma niente è mai certo su He-Man.

Nel frattempo se volete guardatevelo ma solo se non siete un superfan dei Dominatori (sempre che la curiosità non vi divori)!

Per i veri fan consiglio la serie animata prodotta nel 2002 e composta da 2 stagioni (la seconda incompiuta e la terza mai realizzata): nonostante sia stata interrotta, vale la visione!

 I Dominatori dell’Universo – Dvd – Distr. 20th Century Fox Home Entertainment – 2009

Disco Singolo

Contenuti Extra: assenti o non indicati.

Written by Antonio Petti

Trailer “I dominatori dell’Universo”:

[youtube http://www.youtube.com/watch?v=CF20B8p4F08&w=420&h=315]

2 thoughts on “"I Dominatori dell'Universo" di Gary Goddard – recensione di Antonio Petti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: