Resoconto della presentazione de “D’amore e di libertà” di Antonio Veneziani, Feltrinelli di Latina

Successo è la parola giusta per la presentazione del libro: D’amore e di libertà di Antonio Veneziani, Diamond Editrice, alla Feltrinelli.

 

Grande partecipazione e discorsi davvero interessanti: Introdotta dal direttore della Feltrinelli di Latina Massimo Bortoletto, che si congratula e ringrazia sia Veneziani che la Diamond Editrice per il nuovo prodotto, innovativo nella grafica e anche nel contenuto.

Paola Populin ha parlato del frammento e di come Veneziani e la Diamond lo hanno sposato in questo libretto d’opera,  dove con l’apporto delle immagini di Giampaolo Carosi e gli appunti coreografici di Maria Borgese, si è creato uno spettacolo tutto da leggere e tutto da immaginare.

Fabiomassimo Lozzi, uno dei registi più interessanti delle ultime generazioni, vedere: Altro mondo (super premiato nei festival internazionali) e Fuori di testa, ha accennato al rapporto tra cinema e poesia e a come Veneziani e Reim, autori di “I Mignotti” e “Pornocuore”, lo abbiano fatto sentire compagno di strada, in un paese dove è sempre più difficile trovare veri cercatori d’arte.

Giulio Laurenti, autore del long seller, Suerte, ha spiegato come il lavoro del poeta sia frammentario per natura, e A.V. rappresentante autorevole della Scuola romana, da tutta la vita porti avanti questa linea di ricerca da sempre. Tutti hanno apprezzato la novità del packaging e come un piccolo ma prezioso libretto possa porre problemi a far viaggiare la fantasia.

Maria Borgese ha detto poche parole sul rapporto tra danza e poesia e sul lavoro rispetto alla brigantessa Maria Elisabetta di Giuliano, perché questo è il soggetto del libro della Diamond, è la storia d’amore e di guerra di una brigantessa.

Giampaolo Carosi ha invece disquisito sul suo lavoro che sempre, partendo dal frammento, giunge al totale.

Insomma un pomeriggio all’insegna dell’arte, della cultura, della poesia e soprattutto della buona lettura, nella bella cornice Feltrinelli.

Forse sarebbe il caso di aggiungere qualcosa, ovviamente se ne è discusso durante la presentazione di Maria Elisabetta di Giuliano, morta nei monti Lepini, e del suo rapporto con la natura, la libertà, l’amore, e nel cento cinquantenario dell’unità d’Italia ricordarsi del Brigantaggio, della povertà, della lotta per la libertà può essere utile non solo per la memoria ma anche per andare avanti.

 

Info

Sito Diamond Editrice

 

One comment

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Trackbacks/Pingbacks

  1. Resoconto della presentazione de “D’amore e di libertà” di Antonio Veneziani, Feltrinelli di Latina | Age To Known - [...] all’articolo di Oubliette Magazine: Resoconto della presentazione de “D’amore e di libertà” di Antonio Veneziani, Feltrinelli di ...…
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: