Crazy: Sceicco pazzo acquista il braccio della morte di un carcere americano per sfogare le proprie manie omicide

Crazy: Sceicco pazzo acquista il braccio della morte di un carcere americano per sfogare le proprie manie omicide

Ott 5, 2011

 STATI UNITI D’AMERICA – Torna a colpire lo sceicco pazzo Said Mohammed Al-Kahsar, principe supremo del minuscolo emirato ribelle di Abu al-Jazyhr, noto a tutti per le sue impossibili e insensate bizzarrie. Quest’uomo privo di limiti e morale, ma dotato di molta fantasia e molto denaro, questa volta ha deciso di acquistare il braccio della morte di un carcere americano per poi divertirsi ammazzando personalmente i detenuti condannati a morte!

Ebbene sì: lo sceicco si armerà di coltelli, scimitarre, pistole, fucili mitragliatori, bazooka, bombe a mano, ferri da chirurgo e chissà cos’altro per sterminare uno ad uno i condannati e così sfogare le sue più perverse manie omicide. Come ricorderete, lo sceicco non è nuovo a queste follie. Per lui non esistono limiti che non si possano superare con qualche assegno a molti zeri o qualche lingotto d’oro. Qualche esempio?

Una volta, accortosi di aver perso qualche capello, obbligò tutta la popolazione di Abu al-Jazyhr a radersi a zero, e quando i capelli di alcuni sudditi ricominciarono a crescere condannò tutti a morte tranne i pelati naturali, motivo per cui il minuscolo stato è composto esclusivamente da persone senza capelli.

Un’altra volta invece impose i baffi obbligatori per tutti, donne e bambini compresi. Qualche anno fa poi tentò di comprare una piramide egiziana per farne una cuccia per il suo amato barboncino Chucky, cane al quale ha fatto erigere numerosi monumenti in giro per il mondo. E a proposito di monumenti: che dire della statua in platino del cinque di coppe alta ben 90 metri che lo sceicco ha fatto costruire nella piazza principale della capitale di Abu al-Jazyhr?

Ma non è finita. Un’altra volta lo sceicco finì su tutti i giornali arabi perché fece trasportare migliaia di tonnellate di ghiaccio delle Alpi fino ai deserti dell’Africa Nera. Perché? Semplice: perché gli era venuta voglia di sciare. La pista da sci fu creata in 24 ore da centinaia di suoi servitori, peccato però che lo sceicco nel frattempo avesse cambiato idea. E sicuramente i nostri lettori più affezionati ricorderanno la penultima follia dello sceicco pazzo: progettare il grattacielo più alto del mondo all’interno dell’Etna.

Insomma, se c‘è qualche limite morale, naturale, fisico o economico, lo sceicco pazzo Said Mohammed Al-Kahsar è lì apposta per superarlo, in barba a ogni legge umana e divina.

martedì maggio 31, 2011

 

Fonte:

http://www.harrr.org/trascendentale/157/sceicco-pazzo-acquista-il-braccio-della-morte-per-sfogare-le-sue-manie-omicide

 

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: