Resoconto della presentazione de "Generazione meno X" di Enrico Nascimbeni, Rupe Mutevole Edizioni

Il 6 luglio 2011 presso il chiostro dell’università di Gorizia si è svolta la presentazione del nuovo libro di Enrico Nascimbeni “Generazione meno X – ricordi e deliri di un cinquantenne”, edito nel 2011 dalla casa editrice Rupe Mutevole Edizioni nella collana “La Quiete e l’Inquietudine” curata da Silvia Denti.

L’evento è stato un vero successo. Presente Giuliano Almerigogna, uno dei più grandi critici musicali italiani, critico per Il Messaggero Veneto.

La serata ha visto, oltre la presentazione, una performance musicale di Enrico Nascimbeni ed una dell’ospite d’onore della serata: Giovanni Baglioni.

Dalle parole di Giuliano Almerigogna:

 “I veri Eventi talvolta sono serate di letteratura poesia e musica e non le folle oceaniche delle rockstar, in quanto appuntamenti creati con passione e partecipati con emozione. L’altra sera nel chiostro di via Santa Chiara ha entusiasmato non pochi presenti ed a tratti commosso sinceramente il cantautore, giornalista, poeta e scrittore del Veronese Enrico Nascimbeni, grande cuore, spirito libero e Artista dal timbro che ricorda a tratti il Chet Baker cantante.

L’occasione è stata la presentazione, a cura dell’Università di Udine, della Provincia e della musicofila di Lucinico Cristina Ponzalli, del nuovo libro di Enrico “Generazione meno X – ricordi e deliri di un cinquantenne” edito da Rupe Mutevole, uno spaccato lucido su pubblico e privato tra Anni di Piombo e “Milano da bere” introdotto dal discografico udinese Valter Colle, reduce da un lavoro con Margot, e con la lettura appassionata di Maja Monzani, che l’Artista ha abbracciato commosso.

Poi musica live in libertà, con Enrico accompagnato al piano elettrico dal jazzman Franz Bazzani in perle dal nuovissimo album “H” come “Cristina”, “Occhi” e “Sei minuti all’alba” di Jannacci e Fo. Stupendo anche il super ospite e amico di Enrico Giovanni Baglioni, figlio d’arte che suona la chitarra acustica in modo magistrale facendo propria la lezione Windham Hill e mettendo la tecnica sempre al servizio di una romantica visionaria anima latina. Avvincenti i sei brani proposti, da “Anima meccanica” a “L’insonne”, attraverso la magia di “Rubik” , tra melodia alla Van Morrison e input matematici. Irripetibile serata fatta con il cuore.”

Tratto dalla prefazione di Silvia Denti:

“[…] lo stile diretto e schietto, tuonante e tipico della forte inquietudine degli artisti di questi anni. Il romanzo di Enrico scandisce la razionale lucidità di uno stile nel contempo molto spontaneo, sottoposto al solo ed esclusivo consenso degli occhi e dell’istinto dello stesso autore. Però con quella linearità spiazzante che credo gli sia venuta naturale, come gli è naturale il narrare chiaro, senza preliminari aprioristici. Si ha l’impressione che lo stretto legame tra il reale e l’irreale si intersechi come connubio magico, quasi fosse il nocciolo fondamentale di questo stile così singolare: i personaggi appaiono nell’esistenza come dentro a uno scenario da pellicola, in quel bianco e nero che sfuma sui colori decisi rendendoli godibili e dalle zigrinature infinite.”

Video di Enrico Nascimbeni e Giovanni Baglioni:

[youtube http://www.youtube.com/watch?v=N_xQZqu8AYA&w=480&h=390]

Lascio link utili per visitare il sito della casa editrice e per ordinare il libro.

http://www.rupemutevoleedizioni.com/

http://www.reteimprese.it/rupemutevoleedizioni

http://www.facebook.com/pages/Ufficio-Stampa-Rupe-Mutevole/126491397396993

Alessia Mocci

Responsabile Ufficio Stampa Rupe Mutevole Edizioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: