"Racconti di cucina", un film di Bent Hamer, 2003 – commedia nera

"Racconti di cucina", un film di Bent Hamer, 2003 – commedia nera

Mag 28, 2011

Racconti di cucina” è un film del 2003 diretto dal regista e sceneggiatore norvegese Bent Hamer (Sandefjord 1956). Il regista esordisce nel 1995 con “Eggs”, segue nel 1998 “En dag til i solen”, nel 2005 “Factotum”, nel 2007 “Il mondo di Horten”, nel 2010 “Tornando a casa per Natale”. “Racconti di cucina” è stato presentato nella Quinzaine des Réalisateurs al 56° Festival di Cannes. Titolo in inglese Kitchen Stories, in norvegese Salmer fra Kjøkkenet ed in svedese Psalmer från köket.

Un po’ una commedia nera come tutta la sua produzione, Hamer è contraddistinto per l’amore verso l’humour di poca consistenza, quello vero insomma, quello che tratta della realtà senza frasi di circostanza e senza la retorica che molti registi cercano di immettere nelle pellicole. Hamer cerca sempre di portare avanti con storie strampalate una possibile realtà.

“Racconti di cucina” è ambientato subito dopo la Seconda Guerra Mondiale in Norvegia. È molto forte e spiazzante l’ironia presente per la non belligeranza della Svezia a scapito della Norvegia, sono tematiche non Hamer non approfondisce ma che continuamente punzecchia con lievi battute nere.

Siamo in Norvegia ed i protagonisti di questa pellicola sono svedesi e norvegesi. Gli svedesi stanno portando avanti uno studio molto interessante sul movimento di uomini e donne nelle loro abitazioni o meglio nelle loro cucine. Con questi studi pensano di poter creare delle cucine confortevoli dal massimo grado di benessere per tutti. Dopo lo studio sulle donne quindi hanno deciso di dedicarsi agli uomini single.

Da una parte ci sono gli osservatori e dall’altra gli osservati. L’osservatore deve stare sulla sua sedia in alto ad osservare i movimenti dell’osservato e prendere appunti costanti riguardo i vari movimenti, abitudini, usanze ed orari. L’osservato dovrebbe vivere come se l’osservatore non fosse presente anche perché i due non possono scambiarsi parola per il bene della ricerca.

Protagonisti l’osservatore svedese Folke Nilsson (interpretato da Tomas Norstrom) e l’osservato norvegese Isak Bjornsson (interpretato da Joachim Calmeyer). Isak è un uomo non sposato che vive da solo, ha un unico amico ed è anche il suo vicino, un cavallo e una magazzino pieno di pepe comprato dal padre durante la Seconda Guerra. Folke è molto diligente nel suo lavoro ma incontra sin da subito un osso duro. Isak, infatti, aveva dato la possibilità dello studio in cambio di un cavallo ma non contento del cavallo ricevuto non fu neppure così tanto certo di iniziare lo studio.

Ciò che accadrà sarà di uno spasso mentale assoluto con Isak che diventa osservatore e Folke osservato. Uno scambio in piena regola secondo la curiosità di entrambi.

Trailer “Racconti di cucina”:

[youtube http://www.youtube.com/watch?v=x-NquE1ttjs&w=480&h=390]

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: