Intervista di Alessia Mocci a Miriam Sorbo ed al suo “L’Alba dei Vincenti”, Rupe Mutevole Edizioni

Intervista di Alessia Mocci a Miriam Sorbo ed al suo “L’Alba dei Vincenti”, Rupe Mutevole Edizioni

Mag 3, 2011

L’Alba dei Vincenti”, edito nel 2011 dalla casa editrice Rupe Mutevole Edizioni nella collana “Sopralerighe”, è una raccolta di poesie, biografie poetiche e fotografie della giovanissima Miriam Sorbo.

Giovanissima in quanto l’autrice ha appena 13 anni ma ha già le idee molto chiare sul suo futuro, infatti, vuole studiare per divenire un giudice minorile per aiutare i ragazzi che hanno avuto una vita non semplice. Ottimi presupposti!

Ma “L’Alba dei Vincenti” non è la prima pubblicazione di Miriam, infatti, inizia la sua carriera a soli 11 anni con alcune pubblicazioni di poesie in un giornale di Caserta e nel 2010 partecipa ad una raccolta di poesie edita dalla stessa casa editrice. Il versificare di Miriam è molto maturo e le tematiche affrontate sono di interesse sociale ed etico. Miriam è un’eccezione per gli adolescenti della sua età.

Vi lascio alle parole dell’autrice per capire bene quanto ci sia da sbalordirsi per questa giovanissima che utilizza l’amore per la vita per vincere. Buona lettura!

 

A.M.: Avere 13 anni ed una comprensione così profonda del mondo. Come  la vivi?

Miriam Sorbo: La mia vita la vivo con semplicità e altruismo non perdendo mai i solidi
ideali che i miei capostipiti hanno seguito prima di me e successivamente trasmessi. La  realtà la elaboro, a differenza dei miei coetanei, proiettandola verso il futuro in modo: sereno, diretto e amando il prossimo come me stessa.

 

A.M.: Ed i tuoi amici, i tuoi coetanei, come vivono questa tua “diversità”?

Miriam Sorbo: I miei amici mi trattano in modo normale senza discriminarmi o deridermi .

 

A.M.: Sei soddisfatta de “L’Alba dei Vincenti” o vorresti cambiare qualcosa della pubblicazione?

Miriam Sorbo: “L’Alba dei Vincenti” è la mia perla perché in questa raccolta di poesie, biografie e fotografie, ci sono tutte le forme di vita: il tradimento, l’amore, l’amicizia, l’ideale politico, l’omosessualità, la depressione mentale, la violenza, l’amore per la propria terra d’origine. Sono i miei amici, i vostri amici, i nostri amici persone che ci circondano tutti i giorni insegnandoci che nella vita non bisogna mai arrendersi. Ogni avversità va affrontata come un nemico spietato, colpendolo nel suo punto debole “l’amore”. Bisogna amare sia il bene che il male soltanto così riusciremo a uscirne vincenti. Questo è il motivo che non mi fa mutare niente della mia raccolta .

 

A.M.: C’è nella raccolta poetica una lirica che preferisci fra tutte?

Miriam Sorbo: La lirica che preferisco è “Figli”. Essa raffigura la guerra in tutta la sua brutalità.

 

A.M.: La poesia non è la tua unica passione. Ci racconti qualcosa di te?

Miriam Sorbo: Le mie passioni (oltre la poesia) sono: musica, fotografia, nuoto, tira a segno e cavalcare. Nella mia infanzia ho subito un distacco che mi ha segnato profondamente; di recente ho perso la mia bussola,ossia mio nonno. Queste perdite affettive mi hanno reso fragile ma nel contempo mi hanno reso più forte perché la vita è una continua lotta se ne perdi una di battaglia hai perso la vita, amo esistere e quindi non mi abbatto. Sarò un futuro giudice dei minori per aiutare ragazzi meno fortunati di me.

 

A.M.: Qual è l’ultimo libro che hai letto?

Miriam Sorbo: L’ultimo libro che ho letto s’intitola: “Qualcuno con cui correre” di David Grossman, non racconto la trama per farvi godere il beneficio del dubbio di un’interessante lettura.

 

A.M.: Come ti trovi con la casa editrice Rupe Mutevole?

Miriam Sorbo: Con la casa editrice di Rupe Mutevole mi trovo benissimo grazie a Cristina Del Torchio che è stata sempre  disponibile, una vera signora, nobile d’animo.

 

A.M.: Hai qualche altra novità per il 2011? Puoi anticiparci qualcosa?

Miriam Sorbo: La mia aspettativa per il 2011 è quella di riposarmi .

 

Si riscontra nelle parole della piccola Miriam una sincerità sconcertante, una sincerità fanciullesca. Miriam vuole parlare con le persone attraverso i suoi versi ed attraverso le discipline che pratica. Un grande ringraziamento per la sua forza d’animo, si ha molto da imparare da questa giovane promessa.

 

Alessia Mocci

Responsabile Ufficio Stampa Rupe Mutevole Edizioni

 

Info

Sito Rupe Mutevole

Facebook Pagina Fan

Recensione libro

 

Nessun commento

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Trackbacks/Pingbacks

  1. Intervista di Alessia Mocci a Miriam Sorbo ed al suo “L’Alba dei Vincenti”, Rupe Mutevole Edizioni - oubliettemagazine - Webpedia - [...] “L’Alba dei Vincenti”, edito nel 2011 dalla casa editrice Rupe Mutevole Edizioni nella collana “La Quiete e l’Inquietudine”, è…
  2. “L’Alba dei Vincenti” di Miriam Sorbo, Rupe Mutevole Edizioni, 2011 « oubliettemagazine - [...] http://oubliettemagazine.com/2011/05/03/intervista-di-alessia-mocci-a-miriam-sorbo-ed-al-suo-l%E2%80... [...]
  3. “L’Alba dei Vincenti”, di Miriam Sorbo, Rupe Mutevole Edizioni, 2011 | oubliettemagazine - [...] Intervista a Miriam Sorbo [...]
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: