"Una follia latente" di Francesco Elpidio Aimone

"Una follia latente" di Francesco Elpidio Aimone

Mar 5, 2011

Francesco Elpidio Aimone “Una follia latente”

Romanzo Letture italiane GUIDA euro 15,00

Un romanzo che definirei “ un pugno al cuore”, un cammino profondo nella sofferenza,nel dolore acuto e incurabile che una famiglia si trova a vivere in un dramma dove la malattia entra sibilante e maligna a sconvolgere la normale esistenza di un nucleo completamente normale e impreparato ad un tale impegno emotivo, fisico e spirituale.

Una malattia che colpisce duramente il figlio del protagonista.

Tutto cambia, tutto si trasforma e la stessa interiorità ,emotività di Enrico, padre del ragazzo si modifica, si trasfigura, si altera.

Di fronte al dramma ,un’impotenza umana, cerca tutti i modi possibili ed immaginabili per poter cambiare il male, l’uomo cercherà la fede, la spiritualità ,non basterà e agirà nei modi che forse non avrebbe mai pensato di poter usare.

E’ palpabile la lotta interiore, la ripresa, la forza, ma si sentirà anche un’arresa, una rabbia , una stasi dei sensi,pause e quesiti.

L’incertezza che scoraggia l’uomo quando si trova a combattere qualcosa e qualcuno che non ha corpo. Il male fisico e dell’anima.

Nel libro si accavalleranno risme di emozioni, speranze, fede, ma anche arrese .

Una famiglia che non è più quello che era, una famiglia alla quale il male ha portato via la normalità, la serenità la certezza di un domani ,forse anonimo, ma regolare.

“Una follia latente” è un romanzo in un certo qual modo provocatorio, un romanzo che ci incita al pensiero, alla meditazione, alla riflessione:- come avremmo agito noi, nei panni del protagonista?-

Egli ci sfida ad intervenire nelle nostre coscienze e come monito ci dice chiaramente di non pretendere il bene dal prossimo ,se al prossimo non diamo noi stessi del bene.

Dal libro dell’autore:

La cattiveria non è solo la dura scorza dell’ignoranza.

E non dimenticare mai che “gli insoluti perché assassini” bombardano l’uomo a sua insaputa.

Francesco Elpinio Aimone è nato ad Atella di Napoli,risiede ad Ivrea.

Ha ricevuto diversi premi per la Poesia.

Nel 1979 ha pubblicato al raccolta “Solo canaglie”.

Per la narrativa ha ricevuto ventitré premi nazionali ed internazionali.

Written by Marzia Carocci

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: